1. Home>
  2. Strategia Poker>
  3. Vincere al Poker
  • Vincere al Poker

    da Claudio

I nuovi giocatori che vogliono essere degli ottimi studenti di questo gioco mi chiedono spesso dei consigli. Come risposta, gli parlo spesso della stabilità emotiva, di cui vi avevo già accennato nel mio ultimo suggerimento. Il prossimo punto che vorrei prendere in esame è che devono porre molta attenzione quando valutano il proprio gioco. Questo perché esistono un paio di errori comuni, che sono spesso commessi dai nuovi giocatori, che li portano a trarre delle conclusioni errate sulla reale forza del loro gioco.

Dopo aver giocato per un periodo relativamente breve di tempo, diciamo 100 ore, un giocatore incomincia a sviluppare un parere sul proprio gioco. Si potrebbe pensare che si sta giocando molto bene, oppure molto male, ma questa conclusione potrebbe essere ben lontana dalla verità. Il problema è che, in poco tempo, non può succedere nulla. Un giocatore potrebbe essere molto fortunato, o sfortunato, e mostrare dei risultati che saranno molto più scarsi, o buoni, rispetto a quello che potrebbe essere in grado di ottenere nel lungo periodo. Tuttavia, con un lungo periodo – diciamo 300 ore o più – un giocatore è in grado di ottenere una visione più accurata delle proprie abilità di battere il gioco.

Che cosa significa questo per voi? Nell’immediato, vi raccomando di tenere sotto controllo i vostri risultati a lungo termine, a prescindere se vi trovate nel bel mezzo di un periodo caldo, oppure di uno sfortunato. Anche se guardare a un lungo periodo, vi aiuterà a valutare più accuratamente il vostro gioco, questo non vuol dire che vi aiuterà a evitare ogni trappola lungo il percorso che dovrete fare.

Per esempio, supponiamo che io abbia giocato questi giochi di No-Limit Hold ‘em, e che sia riuscito ad avere le seguenti perdite, o profitti:

Gioco: $1/$2
Ore: 200
Profitti/Perdite: -$2,000

Gioco: $2/$4
Ore: 200
Profitti/Perdite: -$4,000

Gioco: $25/50
Ore: 30
Profitti/Perdite: +$36,000

A una prima occhiata sembra che stia andato molto bene, non è vero? Sono riuscito ad ottenere un profitto di $30,000. Guardate con più attenzione, e vedrete che per me non è ancora ora di lasciare il mio lavoro, perché in realtà, non sto per niente andando bene.

Per meglio capire quello che voglio dire, non pensate ai dollari che sono indicati, ma, invece, basate le vostre riflessioni considerato come unità il piccolo buio. Perciò, nelle partite $1/$2, ogni unità è 1, e nelle partite $25/$50 ogni unità è 25.

Che risultato ho ottenuto pensando alle unità che ho vinto, o perso? Ho perso 2.000 unità sui tavoli $1/$2, 2.000 unità sui tavoli $2/$4, e ho vinto 1.440 unità sui tavoli $25/$50. Sommate il tutto e vedrete che dopo 430 ore di gioco, ho perso 2.560 unità. Questa è davvero una pessima notizia.

Quando tenete conto delle vostre sessioni di gioco, siate sicuri di registrare anche le dimensioni del tavolo su cui state giocando, e il conteggio delle unità che siete riusciti a vincere, o perdere. All’inizio della vostra carriera come giocatore di poker, ponete maggiore attenzione sulle unità che avete vinto, o perso, piuttosto che sul vostro profitto totale. E’ un indicatore più preciso per sapere se si sta giocando un poker vincente.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.