1. Home>
  2. Strategia Poker>
  3. Siete giocatori da torneo o da cash?
  • Siete giocatori da torneo o da cash?

    da Beatrice

Come ben sapete, il poker si può giocare cash, ovvero con soldi veri, o in modalità sportiva, ovvero quella del torneo. Si tratta di due realtà ben diverse, che necessitano di un approccio al gioco altrettanto diverso. Può capitare, per esempio, che un ottimo giocatore di poker cash non lo sia altrettanto in un torneo e viceversa.
Infatti, nonostante le regole del gioco non varino di una virgola, lo svolgimento del gioco è diverso. Sotto il profilo psicologico, poi, è necessaria una vera metamorfosi passando dal cash al torneo, se non altro perché nel cash si gioca a soldi veri, mentre nel torneo si usano chip.

Le principali differenze tra cash e torneo

Come accennato, da differenza numero uno tra cash e torneo sta nel fatto che nel cash si usano soldi veri per le puntate. Al massimo, si possono usare fiche che però sono sempre convertibili in denaro, cosa che non accade per le chip dei tornei. Al momento dell’iscrizione al torneo, ogni giocatore riceve lo stesso numero di chip, che non rappresentano denaro. Per fare un esempio, si può pagare un buy in di 100 € e ricevere 5000 chip. Mentre se si gioca cash, se si cambiano 100 € in contanti in fiche, si ricevono fiche per il valore di 100 €.

Un’altra differenza importante sta nel fatto che nel torneo i bui o gli ante, a seconda della specialità, aumentano regolarmente, per aumentare la difficoltà del gioco. Nel gioco cash, invece, questa regola non si applica.

Infine, nel gioco cash, ci si alza del tavolo quando si vuole, non ci sono orari o regole che determinano la fine del gioco. Nel torneo di poker, invece, ci possono essere tornei che iniziano quando il tavolo è pieno, ma anche tornei con orario di inizio pre fissato. Non si può abbandonare il tavolo a metà del torneo, ma una volta iniziata la partita bisogna arrivare fino alla fine.

Una differenza sta anche nella definizione del gioco. Il poker cash viene considerato gioco d’azzardo, dato che implica l’utilizzo di denaro vero, mentre il torneo di poker è una disciplina sportiva.

Quale modalità scegliere?

Se si considerano quindi tutte le differenze, è evidente che non tutti i giocatori saranno in grado di giocare in entrambi i modi. Di solito, solo i grandi campioni riescono a gestire sia il cash che il torneo con disinvoltura.

Per esempio, se un giocatore è abituato ad alzarsi spesso dal tavolo, quando le cose non girano nel senso giusto, non si troverà di certo bene a giocare un torneo, dove invece deve restare a giocare anche se le cose non stanno andando bene.

La scelta tra cash e torneo dipende anche dal proprio livello di competenza. Se si è principianti, o comunque non ancora giocatori esperti, conviene fare tanta pratica con i tornei. Se un principiante si butta nel gioco cash, senza tanta esperienza alle spalle, rischia di buttare via molto denaro, senza nemmeno rendersene conto.

Prima di sedersi ad un tavolo bisogna fare un profondo esame di coscienza e rispondere con tutta sincerità alla domanda: sono in grado di gestire questa situazione? Se si esita, significa che è prematuro, ed è meglio rimandare.

Alcuni giocatori possono soffrire più di altri il gioco a denaro vero. L’idea di puntare dei soldi, di rischiare di perderli, può influire pesantemente sulla concentrazione e sulla lucidità del giocatore. Per un pokerista di questo tipo, il torneo è sicuramente più adatto, perché si tratterà di fare solo un investimento iniziale, per poi avere la libertà di non giocare con il denaro vero.

Quindi, siete giocatori da torneo o da cash?

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.