1. Home>
  2. Strategia Poker>
  3. Le 10 strategie di base per giocare bene a poker
  • Le 10 strategie di base per giocare bene a poker

    da Beatrice

Anche se in alcuni casi si considera ancora erroneamente come gioco d’azzardo, il poker non dipende interamente dal caso. Giocano infatti un ruolo fondamentale l’esperienza del giocatore, le sue capacità e le strategie che sa applicare alla mano in corso. Ogni mano infatti è diversa dalla precedente e può essere necessario utilizzare strategie molto diverse tra loro per avere successo. Sia che si giochi online o dal vivo, eccovi quindi alcune delle strategie di base per giocare a poker al meglio. Può capitare a volte di doverne utilizzare più di una mentre altre basta seguire un sola strada. Altre volte, però, nonostante l’impegno che ci si può mettere, anche applicare le migliori strategie può non portare alcun risultato, i giocatori professionisti lo sanno bene.

Attenzione agli avversari

La prima strategia da seguire è quella di iniziare il gioco facendo una panoramica sui giocatori seduti al nostro tavolo, concentrandosi sul loro livello di gioco, per capire quindi con che giocatori si ha a che fare. Chi sono i migliori? Chi sono i peggiori? Noi a che livello siamo rispetto agli altri? Possono volerci diverse mani per avere risposte chiare, ma prima o poi dovete riuscire ad inquadrarli tutti.

Pensare prima di agire

Un’altra buona strategia è quella di essere cauti quando si gioca, perché nonostante la strategia sia fondamentale, a volte la fortuna ci mette lo zampino… Non si deve avere fretta, anche se si dispone di una buona mano, bisogna cercare di capire anche le mosse degli altri, perché, a meno che non si abbia una scala reale, gli altri possono sempre avere una mano migliore della nostra.

Giocare aggressivo

Scommettere in continuazione, non importa quali siano le carte che abbiamo in mano, è una buona strategia fino a quando non si esagera. Fare questo tipo di scommesse serve a fare credere agli altri che abbiamo una buona mano anche se non è vero; attenzione che col tempo gli altri giocatori capiranno, se non mostriamo di tanto in tanto anche delle mani davvero buone.

Fare all-in

L’all-in, ovvero il dentro tutto, è una strategia molto importante se applicata scrupolosamente, se abbiamo una buona mano. Generalmente i giocatori professionisti utilizzano questa tecnica per andare avanti come leader in un torneo o un tavolo.

Saper foldare

Imparare a foldare, sapere quali mani giocare e quali no, è una strategia importante per arrivare più avanti nel gioco. È necessario analizzare le carte e decidere se può essere più conveniente continuare giocare o se invece è meglio ritirarsi dal gioco. All’inizio sarà più difficile ritirarsi dal gioco, ma con l’esperienza diventa molto più semplice prendere questa decisione.

L’arte del bluff

Bluffare è rischioso, anche se certamente si possono guadagnare anche parecchie mani, spaventando soprattutto i giocatori alle prime armi. Se si bluffa con una brutta mano, si rischia che gli altri giocatori imparino presto a capire che non c’è niente da temere. Se invece qualche volta si mostra una buona mano, i dubbi resteranno. Saper bluffare è un’arte e non tutti ci riescono al meglio.

L’ultima spiaggia

Meglio ritirarsi dal gioco tardi piuttosto che mai. Nel caso in cui abbiamo tentato un bluff che non è riuscito e il nostro avversario è ancora in gioco e appare davvero sicuro di se, prima di fare puntate veramente pericolose, meglio ritirarsi, si eviterà di perdere ancora più soldi di quelli già persi. Non bisogna pensare ai soldi persi, ma a quelli che si rischia di perdere ancora!

Fare attenzione a se stessi

È sempre meglio non giocare se si è di cattivo umore, poiché i nostri stati d’animo si riflettono negli altri e mettono gli avversari in posizione di vantaggio. Quando si sente che non si sta giocando concentrati, è meglio fare una pausa dal gioco. È importante anche mantenersi lucidi, quindi gli alcolici sono altamente sconsigliati.

Non solo le carte in mano

Se si gioca a Omaha o Texas Hold’em, bisogna prestare attenzione alle carte comuni. A volte alcune combinazioni possono sfuggire se non si osserva bene.

Attenzione ai limiti

Bisogna imparare a tenere sotto controllo i limiti del gioco, che aumentano con passare delle mani. Inoltre è anche importante analizzare il proprio gioco per capire guardare se è davvero più conveniente giocare su tavoli di 4 o 9 giocatori in cui vi è più probabilità di vincere perché ci sono meno giocatori oppure scontrarsi contro 100 o più giocatori, per coloro che hanno bisogno di un livello più professionale di gioco.

Con il passare del tempo si acquisiscono nuove competenze e si imparano anche creare le proprie strategie. Per farlo è anche molto importante osservare i giocatori professionisti al tavolo, perché si possono imparare cose davvero interessanti per il proprio gioco.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.