1. Home>
  2. Strategia Poker>
  3. La truffa quasi perfetta di tre giocatori italiani
  • La truffa quasi perfetta di tre giocatori italiani

    da Claudio

I motivi che possono portare un giocatore a scegliere un casinò dal vivo, piuttosto che uno onine, sono molti, e possono comprendere fattori anche molto diversi tra di loro. Uno di quelli più importanti, è di solito quello della sicurezza. Le truffe telematiche sono all’ordine del giorno, e, purtroppo, anche quando si parla di casinò online, o poker room virtuali, il discorso non cambia. Il Black Friday, e le nuove indagini che il dipartimento di giustizia americana starebbe portando avanti sono solo l’ultimo, e il più famoso, caso di quelli capitati negli ultimi anni.

D’altra parte anche i casinò dal vivo non sono esenti da incidenti poco piacevoli. Molti giocatori asseriscono che per sottrarsi a delle spiacevoli sorprese basta evitare di giocare nei casinò poco conosciuti, o che comunque non hanno un consenso popolare. Purtroppo anche questa leggenda urbana dev’essere smentita, visto che proprio in questo periodo è stata scoperta una truffa sui tavoli di uno dei casinò di Cannes più famosi, il Barrière Les Princes.

Il casinò francese in cui sono stati giocati alcuni eventi delle WSOP di quest’anno.

Autori del raggiro sono stati tre giocatori italiani, e due dealer del casinò che non si sono fatti molti scrupoli.

La truffa era davvero molto semplice, e ben congegnata, ma è stata comunque lo stesso scoperta. L’imbroglio sfruttava due fattori, la complicità dei dealer, che utilizzavano delle carte truccate, e la stravaganza per cui sono famosi i giocatori di poker.
Vediamo più nello specifico come si articolava questo raggiro.

I dealer si adoperavano per segnare le carte con una speciale vernice. Questa vernice aveva la particolarità di essere invisibile a occhio nudo, ma poteva essere vista benissimo con degli speciali occhiali a infrarossi. Occhiali che i giocatori italiani indossavano ai tavoli da gioco. Con questi due mezzi, le carte segnate, e gli occhiali a infrarossi, i giocatori avevano un netto vantaggio sui propri avversari.

Grazie a questa truffa i tre giocatori erano stati in grado di vincere oltre 40.000 Euro in un altro casinò della cittadina di Cannes. La vincita, certamente fuori dal comune, se si considera che i giocatori interessati siano degli emeriti sconosciuti, non ha potuto che attirare l’attenzione della polizia francese. Lo svolgimento delle indagini ha comunque subito una rapida conclusione quando la banda ha deciso di confondersi tra i molti giocatori accorsi per gli eventi delle WSOP di quest’anno.

Ottenute, in pochi giorni, vincite per oltre 25.000 Euro le forze dell’ordine francese hanno ritenuto necessario bloccare le persone che stavano tenendo sotto stretta sorveglianza. Le prove raccolte contro di loro erano ormai state in grado di svelare il metodo utilizzato per la fortuna al tavolo da gioco, e assicurare alla giustizia tutte le persone coinvolte nel raggiro ai danni dei casinò, e degli altri giocatori.

Non è affatto piacevole dover constatare che nonostante i tanti progressi fatti dai casinò, per quello che riguarda la sicurezza, si possano verificare ancora dei fatti simili. Dispiace veramente che bastano poche mele marce, i dealer compiacenti, e delle persone senza scrupolo che vogliono arricchirsi in fretta e furia, i giocatori disonesti, per mettere nuovamente sotto una cattiva luce il mondo del gioco d’azzardo.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.