1. Home>
  2. Strategia Poker>
  3. Il poker e le sue varianti
  • Il poker e le sue varianti

    da Beatrice

Il poker è un gioco estremamente vario, il poker non è uno solo, esistono tanti tipi di poker. Ma è necessario fare un po’ di ordine, innanzitutto tra la differenza che esiste tra specialità e versione. Le specialità sono un insieme di regole, che determinano l’andamento del gioco. Ci saranno quindi specialità che prevedono la presenza di carte comuni, altre che prevedono carte scoperte per i giocatori, altre che danno loro la possibilità di cambiare alcune delle proprie carte. A seconda della specialità che si gioca si determina anche il procedimento del gioco, il pagamento di bui o ante, la possibilità di foldare o bussare.

Insomma, la specialità determina tutto quello che riguarda il gioco. Tranne il valore delle puntate. Quello che influisce sul valore delle puntate di chiama variante di gioco.
Nel poker esistono quattro varianti di gioco, che non sono applicabili a tutte le specialità.

Le varianti

Le varianti del poker sono quattro: limit, no limit, pot limit, mixed.
La variante limit prevede che le puntate dei giocatori siano limitate ad una certa cifra. I giocatori, in questo caso, non potranno mai puntare cifre superiori. La variante limit si presta bene ad essere giocata da principianti o da giocatori poco esperti, che rischiano meno, avendo un limite chiaro alle puntate. La variante limit può essere giocata in due modi: spread limit o fixed limit. Nello spread limit, il limite in questione è indicato da un intervallo. L’intervalli indica il minimo e il massimo che i giocatori possono puntare ogni volta. Lo spread limit può essere ad esempio 10 – 20; in questo caso i giocatori possono puntare una cifra compresa tra 10 e 20, non di più e non di meno. Il fixed limit rappresenta invece il limite classico, oltre al quale non si può puntare.

La variante definita più divertente è quella no limit, amata dai grandi campioni e dai bravi giocatori, perché permette loro di avere maggiori possibilità di gioco. Nella variante no limt, infatti, non esiste alcun limite alle puntate che può effettuare un giocatore, per cui ci possono essere mani in cui il piatto diventa davvero molto alto. Serve una buona dose di autocontrollo e di sangue freddo per giocare bene a no limit, per questo è sconsigliato ai principianti.

Per complicare le cose, si può anche decidere di giocare la versione mista, che mescola il limiti con il no limit, permettendo di variare le strategie di gioco. Si tratta di una versione molto tecnica, e tutto sommato poco diffusa.

Molto più diffusa, soprattutto nella specialità dell’Omaha è la versione pot limit. Giocare pot limit significa che le puntate non possono mai superare il totale del piatto. In questo caso, quindi, non c’è un limite prefissato, non si conosce in anticipo il limite sotto al quale dovranno stare le puntate. Nel pot limit, diversamente dalle altre versioni, il limite aumenta con l’avanzare del gioco, poiché aumenta anche il piatto.

Tra le versioni di gioco viene classificata anche la versione Hi / Lo, che non influisce sulle puntate, ma sulla distribuzione del piatto. Quando si gioca Hi / Lo, infatti, il piatto viene diviso in due, tra chi ha la mano più alta (High) e chi ha la mano più bassa (Low).

Nella maggior parte dei casi, per determinare la mano bassa, viene deciso un qualificatore, che è spesso il numero 8. Questo significa che per considerare bassa una mano, le sue carte non devono superare il numero 8. In questo caso, Hi / Lo viene chiamato anche eight or better.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.