1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. WSOPE 2013: Pot Limit Omaha Mixed Max e High Roller
  • WSOPE 2013: Pot Limit Omaha Mixed Max e High Roller

    martedì 29 ottobre 2013 da Beatrice

Altri eventi si sono conclusi alle World Series of Poker Europe che si stanno svolgendo a pochi chilometri da Parigi. In questo articolo, infatti, scopriremo chi ha vinto l’evento di Pot Limit Omaha in versione Mixed Max e chi ha incassato il primo premio dell’evento con il buy in più alto, l’High Roller.

Pot Limit Omaha Mixed Max

Un evento particolare, rispetto ai soliti eventi di Texas Hold’em, quello dedicato al Pot Limit Omaha, in versione Mixed Max. Come l’altro evento Mixed Max già giocato, prevedeva che ogni giornata di gioco venisse giocato in modo diverso, ovvero con un diverso numero di giocatori al tavolo. Si parte da 9 per poi passare a 6 e infine arrivare ai testa a testa.

In questo evento i francesi hanno vissuto un vero incubo, quello di vedere un proprio beniamino arrivare fino in fondo per poi doversi arrendere ad un altro giocatore. È proprio questo quello che è successo a Ludovic Lacay, grande campione francese che tutti vedevano già sul gradino più alto del podio. Ma non avevano considerato il player statunitense Noah Schwartz, che all’ultimo a sfilato da sotto il naso la corona al padrone di casa. Ecco la classifica dei primi quattro giocatori classificati per questo evento di Pot Limit Omaha Mixed Max:

1. Noah Schwartz (USA) con 104.580 €
2. Ludovic Lacay (Francia) con 64.600 €
3. Vitaly Lunkin (Russia) con 34.500 €
4. Jyri Merivirta (Finlandia) con 34.500 €

High Roller

L’altro evento di cui vi parliamo è quello high roller, dal buy in di 25,600 €. Come sempre l’high roller è un evento ricco di emozioni, garantite dalla presenza dei più grandi giocatori di poker del mondo. Quest’anno alle World Series of Poker Europe c’è stata una novità: per la prima volta, infatti, era previsto un braccialetto per il vincitore dell’High Roller. In totale, si sono presentati in 75 per partecipare all’evento dal buy in più alto di tutti. Basta guardare la top ten alla conclusione del day 1 per capire di che tipo di torneo stiamo parlando:

1. Sorel Mizzi con 268.800 chip
2. Scott Seiver con 248.200 chip
3. Antonio Esfandiari con 209.000 chip
4. Marc-Etienne McLaughlin con 188.200 chip
5. Phil Ivey con 182.800 chip
6. Erik Seidel con 165.500 chip
7. Jason Mercier con 163.500 chip
8. JC Tran con 159.500 chip
9. Ole Schemion con 158.800 chip
10. Joni Joukhimainen con 140.400 chip

Al day 2 sono arrivati in 62 ma a fine giornata erano solo 13. Solo i primi 9 giocatori, poi, hanno ricevuto un premio per la propria prestazione, per gli altri niente. La lotta è stata quindi davvero dura, considerando anche che il primo classificato avrebbe incassato più di 700 mila euro.

Gli ultimi 13 giocatori ancora in gara sono stati divisi in due tavoli:
Tavolo 10

Seat 1: Erik Seidel – 610,000 chip
Seat 2: Nicolau Villa-Lobos – 527,000 chip
Seat 3: Phil Laak – 144,000 chip
Seat 4: David Peters – 538,000 chip
Seat 5: Byron Kaverman – 273,000 chip
Seat 6: Philipp Gruissem – 1,296,000 chip

Tavolo 11

Seat 1: Timothy Adams – 240,000 chip
Seat 2: Marc McLaughlin – 304,000 chip
Seat 3: Daniel Negreanu – 411,000 chip
Seat 4: Tom Bedell – 124,000 chip
Seat 5: Jason Koon – 702,000 chip
Seat 6: Joni Joukmainen – 113,000 chip
Seat 7: Scott Seiver – 770,000 chip

Molti i big presenti alle ultime battute di gioco: Erik Seidel, Scott Seiver e Daniel Negreanu, nonostante la posizione di quest’ultimo non fosse eccezionale. Ma si sa, i grandi campioni sanno tirare fuori la grinta al momento giusto.

Seiver e Seidel, anche se considerati tra i possibili vincitori, sono stati eliminati per primi dal tavolo finale. Negreanu, a questo punto, sembrava avere la vittoria in tasca, almeno sulla carta. In realtà, ha dovuto lottare non poco per ottenerla, prima contro il tedesco Gruissem e poi contro il brasiliano Villa Lobos, che era riuscito a qualificarsi per l’high roller grazie ad un satellite dal vivo.

Questo per Daniel Negreanu è il sesto braccialetto in carriera. Quest’anno è stato un anno molto importante per il giocatore canadese, che ha già vinto un braccialetto alle WSOP Asia Pacific, nel Main Event ed è anche stato nominato “Player of the Year” per la seconda volta, traguardo che nessuno ha mai raggiunto prima di lui.

Ecco la classifica finale dell’evento, comprensiva dei premi vinti dai giocatori al final table:

1. Daniel Negreanu (Canada) con 725,000 €
2. Nicolau Villa Lobos (Brasile) con 450,000 €
3. Philipp Gruissem (Germania) con 250,000 €
4. David Peters (USA) con 150,500 €
5. Timothy Adams (Canada) con 100,600 €
6. Scott Seiver (USA) con 74,600 €
7. Jason Koon (USA) con 63,500 €
8. Erik Seidel (USA) con 55,400 €

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.