1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Un altro grande giocatore di poker rovinato dalla droga
  • Un altro grande giocatore di poker rovinato dalla droga

    venerdì 4 novembre 2011 da Claudio

Il mondo del poker è un ambiente in cui è facile veder girare molto denaro; in qualche occasione anche troppo. Questo è proprio uno dei motivi per cui qualche giocatore, a volte, fa delle scelte sbagliate rincorrendo il sogno di diventare ricchissimo in poco tempo. In questo caso non stiamo parlando solamente delle scelte che si prendono al tavolo da gioco, ma anche di quelle per la propria vita al di fuori del poker.

Alcune possono essere criticabili, altre invece, come nel caso dei due giocatori di cui vi vogliamo parlare, non possono che essere condannate.

I due giocatori in questione sono David Saab, e Al Krux.

David Saab è stato arrestato lo scorso Gennaio, con un paio di amici, mentre si stava recando all’Aussie Millions, uno degli eventi più importanti per i giocatori di poker australiano. Non è usuale che la polizia fermi per degli accertamenti dei giocatori di poker, ma purtroppo il nome di Saab era già ben noto alle autorità per motivi non proprio inerenti al tavolo da gioco. Infatti, oltre ad essere un ottimo giocatore di poker era anche conosciuto dalle forze dell’ordine per essere uno spacciatore di un certo livello.

Vista la reputazione non proprio irreprensibile di Saab, le forze dell’ordine hanno voluto accertarsi che tutto fosse in regola, e questo ha portato al ritrovamento di ben ventun chili di cocaina.

Per Saab, e i suoi amici, sono comparse subito le manette, e un’imputazione per spaccio internazionale di stupefacenti. Le pene per questi reati non sono di certo leggere, e, a secondo della decisione presa durante il processo, i tre potrebbero vedersi accollare una pena fino ad un massimo di 25 anni di galera a testa.

Ogni buon giocatore di poker dovrebbe sapere quali sono i rischi che può prendersi, e questo sicuramente è uno di quelli che non si dovrebbe mai prendere a nessun costo.

Situazione non tanto diversa anche per Al Krux, se non si considera che il campione delle WSOP del 1996 abbia coinvolto suo figlio nei suoi affari criminali. I due sono stati fermati, nelle rispettive automobili durante lo svolgimento di un’operazione della polizia di Syracuse.
Gli investigatori stavano tenendo d’occhio da un po’ di tempo l’ex campione WSOP. Se fino al momento del suo arresto c’erano più dubbi, che certezze, sulle quantità di droga su cui potevano contare i due, in seguito è stato chiaro che non si poteva certamente parlare di una quantità trascurabile.

Nelle automobili dei due Krux sono stati rivenuti più di dieci chili di marijuana. Una successiva perquisizione dell’abitazione dei due ha portato al sequestro di un totale di oltre venti chili di marijuana, circa 5.000 dollari in contanti, e altre sostanze stupefacenti. La situazione degli imputati è andata via via sempre peggiorando, tanto che è alla fine stato deciso di fissare una cauzione di 20.000 dollari.

E’ triste vedere dei giocatori, ma in questo caso sarebbe meglio parlare di persone, che hanno deciso di rovinare la propria vita, e quella delle persone che gli stanno accanto, per un’insensata ricerca del denaro.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.