1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. The Battle of Malta
  • The Battle of Malta

    martedì 8 ottobre 2013 da Beatrice

All’isola di Malta si è da poco conclusa una vera e propria battaglia, dove poker pro provenienti da tutta Europa se le sono date di santa ragione: in questo articolo vederemo come è andata la “Battle of Malta”, un entusiasmante torneo che si è tenuto al casinò Hilton di Portomaso. Giunto alla sua seconda edizione e promosso da Poker Listing, la Battle of Malta si appresta a diventare un grande evento di poker europeo, a cui nessuno vorrà più mancare.

Un debutto esplosivo

La Battle of Malta non è stata una battaglia solo per i giocatori coinvolti: è stata anche una sfida incredibile per gli organizzatori. I player che hanno deciso di recarsi a Malta per raccogliere la sfida, infatti, sono stati così tanti che il Casinò Hilton di Portomaso è stato letteralmente preso d’assalto. Per capire un po’ le dimensioni del fenomeno, basta dire che gli organizzatori si aspettavano un massimo di 500 giocatori da gestire, mentre hanno avuto a che fare con numeri decisamente più alti. In realtà, infatti, si sono presentati ben 888 giocatori tra day 1 A e day 1 B, tanto che durante il day 1 B gli organizzatori hanno dichiarato sold out. Tra i giocatori iscritti al day 1 B si è dovuta per fino creare una vera e propria lista di attesa, che ha toccato le 150 unità. In parte, questo è stato causato dal fatto che alla Battle of Malta è stato possibile per i giocatori eliminati durante il day 1 A, ripresentarsi al day 1 B.

Tuttavia, nonostante gli sforzi degli organizzatori, non tutti i giocatori che avrebbero voluto rientrare in gara hanno potuto: uno di questi è stato Fernando Lo Cascio, che dopo aver incontrato parecchia sfortuna al day 1 A, ha avuto ancora la dea bendata contro, tentando senza successo di effettuare il re buy al day 1 B.

L’altissimo numero di partecipanti ha fatto si che il montepremi garantito di 220,000 € si sia poi trasformato in un montepremi che superava i 400 mila euro. Un montepremi incredibile dato il buy in davvero basso: solo 550 €.

Tra i partecipanti, come dicevamo in apertura, c’erano giocatori provenienti da tutta Europa. Gli italiani si sono comportati molto bene, soprattutto al day 1 A, dove hanno occupato i primi tre gradini delle classifica provvisoria:

1- Dario Amato con 247.400 chip
2- Omar Pisani con 221.400 chip
3- Federico Petruzzelli con 207.800 chip

Il day 1 B, invece, è stato guidato da un giocatore norvegese, Roar Aspas con 275,000 chip. Tra gli eliminati, si sono registrati nomi come Kara Scott e Luca Moschitta.

La battaglia continua

Il day 2 è iniziato con appena 251 giocatori seduti ai tavoli; di questi, solo 24 sono arrivati al day 3, che è stato anche il giorno conclusivo dell’evento. Questa è stata la top ten dei 24 arrivati alla fine:

1. Ambjörn Haga con 1.849.000 chip
2. Konrad Abela con 1.492.000 chip
3. Lauri Pesonen con 1.241.000 chip
4. Giorgio Piazza con 1.023.000 chip
5. Mariano D’Aquila con 975,000 chip
6. Alessandro De Iaco con 966.000 chip
7. Arthur Popov con 932.000 chip
8. Sonny La con 854.000 chip
9. Jukka Hilden con 801.000 chip
10. Daniel Lucacz con 800.000 chip

Molta Italia e molta Norvegia, dunque, sono riuscite ad arrivare alle battute decisive di questa intensa battaglia di poker.

Alla fine, gli italiani si sono dovuti accontentare del 6° e 8° posto al final table, occupati rispettivamente da Alessandro De Iaco e Giuseppe Polichetti, mentre la vittoria è andata ad un player tedesco, Louis Cartarious, che ha battuto al testa a testa uno dei padroni di casa, il giocatore maltese Konrad Abela. Terzo, invece, uno dei tanti norvegesi arrivati a Malta, Ambjorn Haga. Ecco la classifica finale della Battle of Malta, comprensiva dei premi vinti dai giocatori del final table:

1. Louis Cartarius con 80.000 €
2. Konrad Abela con 52.000 €
3. Ambjorn Haga con 32.000 €
4. Arthur Popov con 23.630 €
5. Lauri Pesonen con 19.000 €
6. Alessandro De Iaco con 15.000 €
7. Sonny La con 12.000 €
8. Guiseppe Polichetti con 9.500 €
9. Daniel Lucasz con 7.300 €

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.