1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Testa a testa alle World Series of Poker
  • Testa a testa alle World Series of Poker

    mercoledì 19 giugno 2013 da Beatrice

Tra i tanti tornei che vengono organizzati alle World Series of Poker, ce n’è uno particolarmente spettacolare, quello dedicato agli heads up, ovvero ai testa a testa tra giocatori. In pratica, questo particolare evento, non funziona come un normale torneo, ma è più simile al funzionamento di un campionato ad eliminazione diretta: vengono organizzati testa a testa diretti tra due giocatori e chi passa va avanti e si trova a giocare subito contro un altro giocatore. Per il perdente, non c’è nient’altro da fare, la sua corsa finisce li perchè l’eliminazione è diretta. Conta molto quindi il sorteggio, che determina chi lotterà contro chi, ma bisogna anche considerare che il livello dei giocatori che partecipano a questo evento è di certo molto alto, quindi in realtà, un avversario vale l’altro. Bisogna solo dare il meglio per tentare la scalata verso le fasi finali.

Vediamo come sono andate le cose nel dettaglio.

Evento numero 16: Campionato Mondiale di Heads up

Quello dell’evento numero 16 è un vero e proprio campionato mondiale di heads up, un evento che alle World Series of Poker è ormai un classico ed è anche molto atteso, sia dai giocatori che dagli spettatori, che amano vedere i propri beniamini lottare direttamente gli uni contro gli altri. Il buy in è alto, servono 10,000 $ per poter partecipare a questo evento. In questa edizione, hanno partecipato 162 giocatori, tra i migliori al mondo. Anche 5 italiani hanno cercato di trovare il loro posto agli heads up, putroppo senza successo: Pasquale Braco, Salvatore Bianco, Cristiano Guerra, Dario Sammartino e Dario Minieri. Nessuno di loro è riuscito a battere il proprio avversario e la loro corsa si è fermata subito.

Dopo una lunga battaglia fatta di testa a testa, si è arrivati alle semifinali, in cui si sono scontrati Ben Sulsky e Don Nguyen da una parte e Mark Radoja e Justin Bonomo dall’altra. Fuori tutti i big, come Jason Mercier, Sam Trickett, Davidi Kitai e Phill Hellmuth. Quest’ultimo si è classificato al quinto posto.

Alla fine, Mark Radoja ha battuto prima Bonomo poi Nguyen, conquistando la vetta del Campionato Mondiale Heads Up.

1- Mark Radoja con 336,190 $
2- Don Nguyen con 209,648 $
3- Justin Bonomo con 110,485 $
4- Ben Sulsky con 110,485 $
5- Phil Hellmuth con 54,024 $
6- Randy Lew con 54,024 $
7- Sean Winter con 54,024 $
8- Russell Rosenblum con 59,024 $

Evento numero 11: No Limit Hold’em Six Max

Facciamo un piccolo passo indietro per vedere un altro evento di Texas Hold’em, quello numero 11, che aveva la particolarità di essere 6 max. Il buy in per iscriversi era di 2,500 $.

Un tavolo finale e una conclusione inaspettata fanno di questo evento un esempio lampante di come possa essere crudele da una parte e incredibile dall’altra, il mondo del poker. Incredibile perchè il vincitore è un giocatore canadese, che si dichiara essere un professionista, ma di cui si sa poco o niente. Insomma, non è uno di quelli con una brillante carriera alle spalle. Mentre il secondo classificato, battuto da Mr Sconosciuto è un pluri premiato campione, con due braccialetti e due World Poker Tour alle spalle, per intenderci. Stiamo parlando di Scott Clements, che deve esserci rimasto davvero male quando Livi Berger gli ha soffiato il suo terzo braccialetto da sotto il naso…
Ecco la classifica finale dell’evento numero 11:

1- Levi Berger 473.019 $
2- Scott Clements 292.339 $
3- Ben Palmer 185.426 $
4- Eddy Saabt 121.715 $
5- Jacob Bazeley 82.297 $
6- David Gonia 57.282 $

Evento numero 14: Texas Hold’em No Limit

Altro evento di Texas Hold’em no limit, con buy in da 1,500 $ e come sempre affollatissimo, dove di nuovo trionfa un semi sconosciuto. Sia il primo che il secondo in classifica, infatti, sono due giocatori professionisti poco conosciuti al grande pubblico, che hanno intrapreso da poco la carriera e hanno pochi successi alle spalle. Anche questo sono le World Series of Poker, un palcoscenico dove giocatori agli inizi possono sperare di emergere, non solo un evento dedicato alla consacrazione di campioni, che alle volte si devono fare da parte per lasciare spazio a sconosciuti più agguerriti.
Ecco la classifica finale dell’evento:

1- Jonathan Taylor con 454.424 $
2- Blake Bohn con 281.049 $
3- Hunter Frey con 194.315 $
4- Hiren Patel con 140.143 $
5- Tuan Vu con 102.499 $
6- Patrick Kubat con 75.879 $
7- Jed Hoffman con 56.946 $
8- Dan Gannon con 43.293 $
9-Joseph Pergola con 33.323 $

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.