1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Tapie sempre più interessati al poker?
  • Tapie sempre più interessati al poker?

    Lunedi 10 ottobre 2011 da Claudio

Poco tempo fa era incominciato a circolare il nome di un possibile nuovo acquirente per Full Tilt Poker. Fatto che ormai non aveva suscitato più di tanto l’interesse dei giornalisti, o dei giocatori, dato i già molti nomi fatti nel passato. Ma l’ultimo nome, quello della famiglia Tapie, potrebbe molto presto diventare quello degli effettivi nuovi proprietari della poker room.

Se Full Tilt Poker tace ancora su quello accaduto nell’udienza a porte chiuse con l’AGCC, di diverso avviso è la società che gestiva la licenza della poker room. Non fraintendeteci, non sono stati rivelati i fatti, o le decisioni prese, dell’udienza, ma è comunque stato rilasciato un comunicato alquanto indicativo.

L’AGCC aveva già fatto sapere in passato, quando l’indagine del “Black Friday” era appena iniziata per la precisione, che non poteva garantire nessuna restituzione del denaro presente sugli account di gioco. Quest’affermazione aveva lo specifico intento di chiarire, ai giocatori, che l’ AGCC non aveva, e non ha, nessun potere per poter imporre a Full Tilt Poker, o un’altra poker room, di restituire una qualsiasi somma di denaro. Quest’avviso non deve comunque aver portato i risultati previsti, giacché l’agenzia ha ripetuto nuovamente questo concetto pochi giorni fa.

Molti non hanno visto di buon occhio quest’affermazione dell’AGCC, siccome recentemente Bernard Tapie ha fatto intendere di aver già dimostrato alle autorità di avere fondi a sufficienza per ripagare tutti i giocatori. La mossa dell’AGCC è sembrata quasi un voler scaricare ogni responsabilità sui presunti nuovi proprietari della poker room.

La famiglia Tapie sembra comunque non essere troppo preoccupata per la situazione alquanto delicata in cui si trova al momento. Infatti, è partecipe in un’altra iniziativa del mondo del poker, anche se questa volta dal vivo, l’International Stadiums Poker Tour.

Questo evento ha già suscitato un certo scalpore, anche se fino a questo momento non c’è ancora nulla di concreto, siccome è previsto per il prossimo 10 Maggio, e non c’è ancora nulla di definitivo. Se è ovvio che un evento del genere sia in grado di suscitare nella maggior parte delle persone un notevole interesse, c’è anche chi si è mostrato un po’ scettico.

Uno dei motivi di questo scetticismo è lo slogan scelto: “il più grande evento di poker da sempre”. Forse potrà riuscire a essere il più grande evento Europeo, ma difficilmente crediamo potrà arrivare a richiamare un numero di partecipanti maggiore di quello delle WSOP.

Un altro punto non chiaro è quello del montepremi garantito pari a 30 milioni di dollari. Nel caso di un buy-in di 1,000 dollari basterebbero, si fa per dire, 3,000 iscritti per coprire per intero il costo del montepremi. Un numero relativamente facile da raggiungere quando si parla di eventi del genere, ma che non basterebbe di certo a farlo ricordare come “il più grande evento del poker da sempre”.

La famiglia Tapie sa sicuramente come far parlare di se, ma non vorremmo trovarci di fronte a dei castelli di carte, destinati a crollare alle prime difficoltà.

Sulla carta ci sono tutti i presupposti per vedere, di nuovo, un valido antagonista a PokerStars, quindi non ci resta che aspettare e vedere l’evolversi della situazione.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.