1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Questa estate tutti sognano il poker
  • Questa estate tutti sognano il poker

    mercoledì 29 giugno 2011 da Claudio

L’estate, come ormai dovreste sapere, è il periodo dell’anno in cui le poker room online hanno i minori introiti. Questo è dovuto al fatto che molte persone scelgono di non giocare a poker quando sono in vacanza, o comunque preferiscono trascorrere il proprio tempo libero in altri modi vista le molte attrattive offerte dal territorio italiano nei periodi estivi.

Ma se gli amanti del tavolo da gioco sembrano non essere minimamente interessati al gioco d’azzardo in questo periodo, non si può di certo dire lo stesso di alcune grandi aziende italiane. Infatti, se non ci dovessero essere smentite, potremmo vedere ben presto dei tavoli da gioco marchiati Poste Italiane, e Mondadori.

L’acquisto di una delle nuove licenze AAMS, al modico prezzo di 350.000 Euro, per il momento è stato confermato solo da Poste Italiane, ma siamo sicuri che non si dovrà aspettare poi molto per vederne acquistare una anche da Mondadori.
L’acquisto di queste licenze permetterà a questi colossi non solo di poter offrire dei giochi con un buy-in maggiore di quelli a cui sono ormai abituati i giocatori italiani, ma anche di poter introdurre sul mercato il tanto sognato cash game. Anzi, sembra proprio che quello che interessi maggiormente queste aziende sia proprio questa forma di gioco.

Anche se questo è uno dei momenti meno promettenti per il mercato del gioco d’azzardo online, gli esperti sono concordi che con l’entrata in vigore del cash game si potrebbe ritornare a vedere un segno positivo negli introiti non solo del poker online, ma in tutto il gioco d’azzardo online.
Forse è proprio questo il motivo dell’interesse di queste aziende verso il gioco d’azzardo.

Poste Italia sta vivendo senza dubbio uno dei momenti migliori degli ultimi anni, grazie alle tante innovazioni, e agli importanti risultati ottenuti. Il maggiore resta sicuramente il successo dell’accordo con Vodafone, che ha portato alla creazione di Poste Mobile. Proprio l’ampliamento del giro d’affari, che potrebbe interessare il poker e il gioco d’azzardo online, è il motivo per cui un così gran numero di persone è ansiosa di vedere i futuri sviluppi che porteranno Poste Italia a fare la sua comparsa in questo settore già così affollato.

Per Mondadori, invece, la situazione è totalmente diversa. Infatti, quello attuale non si può di certo definire uno dei periodi migliori per la società, che può forse vedere in questa mossa un modo per capovolgere la situazione attuale. Quello che bisognerà realmente vedere è se Mondadori sarà in grado di potersi sobbarcare i costi necessari per entrare nel mercato del gioco d’azzardo (licenza AAMS, e sviluppo di un software adeguato, tanto per cominciare), oppure no.

Un punto a favore, nell’ingresso di nomi così importanti nel gioco d’azzardo, potrebbe essere quello di assistere ad una riconsiderazione del settore del gioco d’azzardo da parte delle persone comuni. Infatti, anche se il texas hold’em, e il poker online, hanno contribuito a sdoganare, e non poco, il gioco d’azzardo, c’è ancora una certa diffidenza nella maggior parte delle persone nell’avvicinarsi a questi giochi, piuttosto che al gioco del bingo, o del lotto.

Con l’intervento di due nomi così importanti, e rispettati, si potrebbe realmente assistere all’avvicinarsi di un numero maggiore di persone ai tavoli da gioco di tutti i casinò esistenti, e non solo di quelli delle due aziende di cui abbiamo parlato in questo articolo.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.