1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. PokerStars prende spunto da Full Tilt Poker
  • PokerStars prende spunto da Full Tilt Poker

    domenica 25 settembre 2011 da Claudio

PokerStars al momento non ha un vero e proprio concorrente nel mercato del poker online. Il motivo è semplice, il suo diretto avversario, Full Tilt Poker, è sull’orlo del fallimento per delle decisioni prese dal suo direttivo, che definire azzardate è persino troppo ottimistico. Stranamente la scomparsa del suo antagonista, da un giorno all’altro, non ha portato un effettivo beneficio alla poker room della picca rossa. Infatti, a causa del “Black Friday” molti dei giocatori che avevano un account su Full Tilt Poker non hanno deciso di cambiare poker room, ma hanno smesso di giocare.

PokerStars non si è comunque persa d’animo, e ha continuato a offrire i suoi prodotti a tutti i giocatori che volevano divertirsi seduti, virtualmente e non, a un tavolo da gioco.

Ora che gli effetti del “Black Friday” sembrano incominciare a svanire la poker room sembra finalmente maggiormente interessata a conquistare i giocatori che Full Tilt Poker ha perso.
I cervelloni di PokerStars devono aver pensato che non c’era soluzione migliore per risvegliare l’interesse di questi giocatori che di proporgli una novità che potesse ricordargli una delle innovazioni più interessanti di Full Tilt Poker. Stiamo parlando, ovviamente, del “Poker Rush”.

Se non avevate un account su Full Tilt Poker, o comunque non ne avete mai sentito parlare, il “Poker Rush” era una modalità di gioco che era stata introdotta su alcuni tavoli da gioco circa un anno prima del “Black Friday”. Cos’è che lo rendeva così affascinante?
Semplicemente il fatto che si poteva giocare un poker molto simile al multi-table ma senza dover essere per forza seduti a più tavoli per volta.

Il “Poker Rush” era una modalità di gioco esclusiva di Full Tilt Poker, che permetteva al giocatore di trasferirsi ad un altro tavolo non appena aveva foldato una mano. Questa forma di gioco era disponibile per le varianti Omaha Poker, e Texas Hold’em, quindi, quelle che facevano registrare il maggior numero di giocate.

PokerStars non potrà di certo presentare una soluzione con caratteristiche simili a quella di Full Tilt Poker, poiché Full Tilt Poker aveva ben pensato di brevettarla. Comunque, visto il più che generoso periodo che ha avuto a disposizione per preparare la sua offerta, si può essere sicuri che la proposta sarà all’altezza della fama della poker room.

PokerStars non ha ovviamente presentato la novità come una “copia del Poker Rush” di Full Tilt Poker, ma dai rumors presenti in rete non sembra difficile arrivare a questa conclusione.
Il primo sito che ha diffuso la notizia è stato il celebre “2+2” che a quanto pare ha ricevuto la soffiata niente meno che dalla stessa PokerStars.

La poker room della picca rossa ha ben capito che avere un rapporto aperto con i propri giocatori è una strategia vincente, al contrario di quello che ha deciso di fare Full Tilt Poker.
Il lancio della nuova forma di gioco di Pokerstar dovrebbe avvenire in tempi brevi, e quindi non ci resta che aspettare per vedere se questo sarà l’ennesimo colpo di genio della più grande poker room nel settore, o solo un banale tentativo di copiare uno dei punti di forza di Full Tilt Poker.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.