1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. PokerStars e Payne, un’unione vincente
  • PokerStars e Payne, un’unione vincente

    venerdì 26 agosto 2011 da Claudio

Pokerstars, come tutti ormai dovrebbero sapere, è una delle poker room che è rimasta coinvolta nell’odioso Black Friday. Fortunatamente, al contrario di Full Tilt Poker, non è stata colpita troppo pesantemente dalla mancanza dei giocatori americani sui propri tavoli. Questo, anche perché Pokerstars, al contrario di altre poker room, ha sempre cercato di non focalizzare la sua offerta solo su una nazione, ma al contrario di avere una buona diffusione in molti più paesi.

Dopo il Black Friday, e la quasi chiusura del gioco d’azzardo online ai giocatori americani, è riuscita a riprendersi in modo più che egregio dal calo di gioco che un po’ tutte le poker room hanno subito. Questo ha permesso a Pokerstars di poter continuare ad offrire delle promozioni interessanti, e di grande prestigio che l’hanno portata ad essere la scelta obbligatoria per chi è stato costretto, per un motivo o per un altro, a dover lasciare la propria vecchia poker room.

L’aver riuscito ad offrire un servizio di così alta qualità ha ovviamente ampiamente ripagato Pokerstars, che può guardare al futuro con fiducia. Può inoltre permettersi il lusso di poter progettare delle nuove strategie per scalzare i propri rivali, al contrario di molte poker room che devono accontentarsi di sopravvivere in questo momento così delicato.

Visti questi presupposti, la decisione di assumere nell’organico di Pokerstars Alex Payne, come nuovo capo addetto al marketing, non potrà che essere considerata una mossa vincente.

Agli amanti del poker il nome di Payne non dirà assolutamente nulla, anche se lo stesso interessato ha affermato più volte che il poker online è uno dei suoi passatempi preferiti, ma non è di certo un emerito sconosciuto.
Payne, prima di passare a Pokerstars è stato per ben 11 anni uno degli uomini chiave di Microsoft. Vi basti sapere che da poco era stato promosso ad una posizione di prestigio, direttore vendite e marketing di Bing per tutto il Regno Unito.

Con l’entrata di Payne in Pokerstars Italia, la poker room vuole cercare di rilanciare la sua immagine. Infatti, anche se in maniera minore, questa è stata comunque danneggiata dagli eventi del Black Friday di cui vi abbiamo già ampiamente parlato. Payne non avrà di fronte di certo un compito troppo facile, ma non per questo si è scoraggiato. Anzi, ha fatto sapere che dalle sue prime impressioni la società ha un grandissimo potenziale da sfruttare, che la potrebbe portare ai fasti del passato, o a raggiungere nuovi livelli di popolarità, in breve tempo. Payne avrà mano libera su tutto quello che riguarda il settore marketing di Pokerstars, quindi, non solo i diversi aspetti legati al brand dell’azienda, ma tutto quello che gira attorno ad un nome così famoso, e di prestigio. I rapporti con i giocatori, con i media (particolare attenzione verrà data alle reti televisive), sono solo alcuni dei punti chiave su cui il nuovo capo del marketing di Pokerstars potrà avere l’ultima parola.

Con questo operazione Pokerstars non ha voluto di certo andare tanto per il sottile. Infatti, anche se non si conoscono i termini degli accordi non si può che sospettare uno stipendio da favola per Payne. Vedremo nei prossimi mesi se la scelta di Pokerstars risulterà vincente, o meno.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.