1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Luckychewypoker, la nuova poker room del pro Lichtenberger
  • Luckychewypoker, la nuova poker room del pro Lichtenberger

    Giovedi 15 dicembre 2016 da Antonella Curione

È on line una nuova poker room, Luckychewypoker.com, nella versione beta ed è in previsione uno sviluppo per il gioco con denaro reale, solo nei paesi in cui il poker online è legale. La poker room ha il nickname “luckychewy” del suo ideatore, il professionista del poker Andrew Lichtenberger vincitore di un braccialetto World Series of Poker. Lichtenberger ha seguito l’esempio di Phil Galfond che, a Settembre, ha annunciato di voler lanciare una nuova poker room online. In questo caso il progetto è legato al sito web di formazione online già esistente RunItOnce, ma il lancio della poker room è ancora in sospeso. L’obiettivo di entrambi i giocatori è quello di offrire un’alternativa alle poker room esistenti, con i giocatori al primo posto nelle scelte della strategia commerciale. Non hanno dichiarato apertamente di aver deciso di creare le nuove poker room in reazione al comportamento dei colossi del settore, contestato ultimamente dalla community per le decisioni sui programmi fedeltà, ma potrebbe essere interpretato in questo modo. La poker room Luckychewypoker propone anche sessioni di allenamento al gioco e ha una parte social.

Il professionista 29enne Andrew Lichtenberger è conosciuto nel circuito del poker per le sue vittorie, sia nel poker live sia online. Lichtenberger ha vinto oltre 8 milioni di dollari nella sua carriera ed è al 53imo posto nella classifica Global Poker Index. Ha annunciato il lancio online della poker room tramite Twitter e ha affermato: «La nostra visione è semplice, un sito per il gioco del poker realizzato dai giocatori per i giocatori con basso rake e grandi premi. Abbiamo condiviso la nostra piattaforma con la comunità di gioco internazionale e intendiamo creare una community di giocatori, in base a ciò che è consentito dalle leggi internazionali. Avremo vari aggiornamenti e notizie interessanti da condividere, riguardanti la concessione delle licenze per il gioco con denaro reale e la legislazione. Siamo entusiasti di continuare a promuovere e a condividere il gioco che noi tutti amiamo».

Il sito è stato testato da una società indipendente, per avere la garanzia che gli standard di gioco equo siano rispettati. La poker room on line è conforme anche agli standard della Gambling Commission UK per il gioco da remoto. Una parte del sito è dedicata alla community, con una sorta di forum che consente agli utenti di creare gruppi, pubblicare post, pubblicità e iniziare discussioni su argomenti di loro scelta. È stata realizzata anche una sezione con le novità del poker. Il settore del poker online è tra i più competitivi e la maggior parte delle poker room minori hanno difficoltà ad avere profitti e a sopravvivere per un lungo periodo di tempo, in un mercato in cui dominano operatori come PokerStars e 888poker. La proposta di Lichtenberger cerca di soddisfare i giocatori di nicchia che preferiscono una poker room fuori dalle logiche dei grandi operatori.

Phil Galfond, il fondatore del sito di formazione online sul poker Run It Once ha annunciato che avrebbe lanciato la propria poker room, affermando di voler proporre un sito sul poker “giusto, onesto e trasparente”. Ha avvertito, nel mese di settembre via Twitter, che la poker room sarebbe stata disponibile dopo alcuni mesi e altre informazioni sarebbero state fornite nel tempo. Invece, la poker room di Lichtenberger è stata disponibile immediatamente dopo l’annuncio. Galfond e Lichtenberger potrebbero concludere un accordo per una collaborazione. L’ipotesi di una potenziale partecipazione al progetto è stata oggetto di una dichiarazione da parte di Lichtenberger che ha detto: « È un fenomenale membro della comunità e noi siamo sicuramente aperti a collaborare con lui. Galfond non ha escluso la possibilità di una collaborazione».

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.