1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Lo strano rapporto tra Antonius e Full Tilt Poker
  • Lo strano rapporto tra Antonius e Full Tilt Poker

    martedì 25 ottobre 2011 da Claudio

Il Black Friday non ha provocato dei gravi problemi solo ai giocatori che avevano scelto quella poker room, ma anche ai giocatori professionisti che avevano legato il loro nome a quello della sala da gioco.

Uno dei primi giocatori che ha voluto dare un netto taglio alla sua collaborazione con Full Tilt Poker è stato Phil ivey. Il campione americano non ha comunque scelto solamente di recidere ogni sorta di collaborazione con la poker room che lo ha aiutato a diventare uno dei giocatori più famosi, e ricchi, del pianeta. Ivey ha intrapreso un’azione legale contro la sua ex poker room, successivamente ritirata, per i fatti seguenti al Black Friday.

Il nome di Ivey è assente da diverso tempo dai tavoli da gioco, come quello degli altri giocatori che eravamo abituati a vedere nelle posizioni migliori delle classifiche dei giocatori più forti del poker. Un giocatore che è, fortunatamente, tornato a farsi vedere è Patrik Antonius.

Antonius era uno dei volti più conosciuti di Full Tilt Poker, e, al tempo stesso, uno dei giocatori più temuti ai livelli high-stakes. Proprio l’essere uno dei giocatori che era possibile trovare con maggiore frequenza ai tavoli dove erano giocati piatti da diverse migliaia di dollari ha fatto nascere una grande curiosità su quanto il giocatore avesse effettivamente perso con il Black Friday.

Questa si può considerare la prima uscita ufficiale del giocatore finlandese dopo il Black Friday, e quindi era più che normale che i giornalisti fossero interessati a conoscere i pensieri del giocatore su quanto è successo. Antonius, fedele al suo modo di essere, non ha detto quasi nulla, ma ha fatto solo una piccola precisazione: un eventuale fallimento di Full Tilt Poker farebbe di lui, quasi sicuramente, il giocatore che registrerebbe le perdite maggiori.

La precisazione di Antonius ha lasciato gli addetti stampa un po’ perplessi. Il primo a sollevare dei dubbi su quello che è stato affermato dal giocatore è stato Noah Stephens-Davidowitz. Ex giocatore di poker, nonché uno dei personaggi, di solito, meglio informati su tutto quello che accade nel mondo del poker, è anche uno dei moderatori di TwoPlusTwo. Secondo Noah è molto improbabile che Antonius abbia lasciato del denaro su Full Tilt Poker, visto che ha avuto a disposizione più di due mesi di tempo (non essendo un giocatore residente negli Stati Uniti) per poter incassare quello che aveva depositato sul proprio account di gioco. Se ha deciso di lasciare il proprio denaro fermo, nonostante lo scandalo e tutto quello che ne è comportato, sarebbe stato davvero uno sciocco.

Noah ha ulteriormente calato la dose, affermando che la situazione reale sarebbe molto diversa. Infatti, il giocatore finlandese avrebbe poche centinaia di dollari sul proprio account di gioco.

Al momento è davvero difficile capire quale delle due voci sia corretta. Anche perché non è molto chiaro come Noah Stephens-Davidowitz possa sapere la somma di denaro presente sul conto di Antonius al momento del Black Friday. Antonius non avrebbe nessun effettivo vantaggio nell’affermare di aver perso una così grande somma di denaro. Tranne, forse, il voler così giustificare la propria lontananza dai tavoli da gioco con una momentanea mancanza di denaro.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.