1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. L’European Poker Tour firmato PokerStars
  • L’European Poker Tour firmato PokerStars

    venerdì 9 novembre 2012 da Beatrice

Quando si parla di PokerStars, la più grande poker room online al mondo, si pensa solo alla dimensione virtuale, che è il suo ambiente per eccellenza. Tuttavia, PokerStars, dopo aver consolidato la sua posizione sul web, ha deciso ben presto di lanciarsi nel mondo del poker live e lo ha fatto come fa tutte le cose: in grande stile.

Così, grazie al costante impegno che PokerStars mette per aggiungere sempre novità e garantire ai propri utenti intrattenimento a 360 gradi, ha preso il via uno degli eventi dal vivo più importanti al mondo: l’European Poker Tour.

Come si capisce chiaramente dal nome, l’European Poker Tour è un vero e proprio “giro d’Europa”. Viene organizzato nell’arco di diversi mesi ed ogni tappa tocca una città europea. La specialità giocata è solo il Texas Hold’em in versione no limit e non ci sono eventi giocati con altre specialità. Le location scelte come palcoscenico di questa importante manifestazione sono sempre grandi e prestigiosi casinò europei.

L’European Poker Tour, conosciuto anche con il nome di EPT, è oggi arrivato alla sua nona edizione. Ogni edizione è stata molto diversa dalla precedente, perché sono state inserite sempre nuove tappe, altre sono state sostituite e da un’edizione all’altra è aumentato anche il loro numero. Insomma, l’European Poker Tour è un evento dinamico ed entusiasmante, che coinvolge professionisti e appassionati in tutto il vecchio continente, ma non solo. Grazie all’European Poker Tour, infatti, l’America ha scoperto l’Europa: moltissimi giocatori provenienti dagli Stati Uniti, infatti, partecipano anche all’European Poker Tour.

Come è strutturato l’European Poker Tour

Come anticipato, l’European Poker Tour non è altro che un vero e proprio giro d’Europa. Ogni tappa del giro viene infatti ospitata in una città europea e le tappe cambiano di edizione in edizione. Solo alcune sono rimaste fisse negli anni, mentre la maggior parte è stata sostituita da nuove tappe. In ogni tappa, poi, viene organizzato il Main Event, che è l’evento più importante della tappa, quello in cui si può vincere il montepremi più alto e il titolo più prestigioso.
La prima stagione dell’European Poker Tour si è tenuta nel 2004. Le tappe di quella stagione sono state sette: Barcellona, Londra, Dublino, Copenaghen, Deauville (Francia), Montecarlo, Baden (Austria). Nella seconda stagione il numero delle tappe è rimasto invariato. L’unico cambiamento è stato la sostituzione della tappa di Baden con una nuova tappa, sempre in Austria, a Vienna.

Nella terza stagione, oltre a confermare le vecchie tappe, sono state introdotte due tappe nuove, Dortmund, in Germania e Varsavia; da sette tappe si passava dunque a nove.

La quarta stagione ha voluto dare una sferzata di novità agli spettatori e ai giocatori: oltre all’introduzione di due nuove tappe europee, Praga e finalmente una tappa italiana a San Remo, PokerStars ha voluto portare l’European Poker Tour ad un livello superiore aggiungendo addirittura una tappa extra europea; la meta prescelta per la tappa fuori dal continente europeo sono state le Bahamas!
La tappa di Londra è stata inserita nella quinta stagione, mentre nella sesta ben tre città europee hanno fatto il loro debutto all’European Poker Tour: Kiev, Salusburgo e Berlino.

Le tappe di Tallin e Madrid sono state introdotte nella settima stagione e quelle di Loutraki, in Grecia e una seconda tappa italiana a Città di Campione sono state introdotte nell’ottava.

Per la nona stagione, che è tutt’ora in corso, sono state confermate le città di Barcellona, San Remo, Praga, Deauville, Londra, Berlino e Montecarlo, oltre alla tappa extra europea alle Bahamas.

Tutto questo da un’idea di quanto l’European Poker Tour possa essere davvero dinamico. In pratica è impossibile annoiarsi…

Partecipanti all’European Poker Tour

Chiunque può partecipare all’European Poker Tour, sia professionisti del settore che semplici appassionati, non esistono limiti. L’unico problema potrebbe essere il pagamento del buy in, che può essere piuttosto alto per un giocatore senza sponsorizzazione. Il costo delle varie tappe per l’edizione in corso, ad esempio, si aggira intorno ai 5,000 €, che salgono fino a 10,000 € per la tappa di Montecarlo.

Bisogna anche tenere presente che è un evento che attira soprattutto esperti professionisti, perciò bisogna aspettarsi di trovarsi davanti ottimi giocatori. Detto questo, comunque, non significa che un giocatore non professionista non sia in grado di fare un’ottima figura in un torneo dal vivo, basta pensare a quello che è riuscito a fare Chris Moneymaker alle World Series of Poker del 2003.
Proprio citando Moneymaker, bisogna ricordare che anche per partecipare all’European Poker Tour ci sono tornei satellite, promossi da PokerStars, che mettono in palio posti per i Main Event delle varie tappe. Praticamente, grazie ai freerool e ai satellite di PokerStars, si potrebbe anche arrivare al Main Event senza spendere un centesimo!

Tra gli italiani, bisogna ricordare l’impresa di Salvatore Bonavena, che nella quarta stagione ha vinto il Main Event della tappa di Praga. La vittoria in denaro di Salvatore Bonavena, in quell’occasione è stata di 774,000 €.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.