1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Le donne nel poker – Prima Parte
  • Le donne nel poker – Prima Parte

    Lunedi 10 dicembre 2012 da Beatrice

Si sa, il poker è prevalentemente un mondo di uomini, ma nonostante ciò sempre più donne si avvicinano a questa disciplina, un po’ per curiosità e un po’ per sfidare il monopolio maschile. Tra i giocatori professionisti di poker di tutto il mondo le donne sono certamente una minoranza, ma la loro voce si fa comunque sentire. Alcune delle migliori giocatrici professioniste di poker hanno vinto in carriera importantissimi premi, oltre ad una grande quantità di denaro. Queste giocatrici non hanno proprio nulla da invidiare ai colleghi maschi, che stanno anche imparando a portar loro il rispetto che meritano.
Questo articolo è dedicato proprio a loro, alle gradi giocatrici professioniste di poker che grazia al loro talento tengono alta la bandiera del gentil sesso nel mondo del poker.

Annette Obrestad, la piccola norvegese

Una delle storie più affascinanti che riguardano le giocatrici professioniste di poker è quella di Annette Obrestad, una giovane giocatrice proveniente dalla fredda Norvegia. La sua storia è interessante per diversi aspetti: innanzitutto Annette è tutt’oggi la giocatrice più giovane di sempre ad aver trionfato alle World Series of Poker Europe, vincendo il Main Event nel 2007, quando non aveva ancora compiuto i 19 anni. In quell’occasione Annette si è portata a casa un premio di 1 milione di sterline, oltre al braccialetto delle World Series of Poker Europe. Un secondo aspetto molto interessante della carriera di Annette sta nel fatto che ha iniziato a giocare ancora minorenne, a 15 anni e che per questo motivo ha dovuto costruire il suo bankroll da zero, non avendo l’età per poter possedere una carta di credito per fare il versamento online. Questo rende Annette un esempio vivente su come sia davvero possibile cominciare a giocare a poker sul serio senza investire nemmeno un centesimo del proprio denaro, grazie ai tornei freeroll.

Annie Duke, la duchessa del poker

Il talento di Annie Duke è un talento di famiglia. Anche il fratello Howard Lederer, infatti, è un grande giocatore di poker. Il suo ingresso nel mondo del poker professionista avviene abbastanza tardi, poiché Annie scopre il suo talento in seguito a problemi economici. Tuttavia, non appena capisce che può davvero fare del poker un lavoro assai remunerativo, Annie non esita a lasciare gli studi e dedicarsi a tempo pieno al poker, trasferendosi a vivere a Las Vegas con il marito.

Tra i vari successi che ha ottenuto in carriera, due in particolare sono rimasti nella storia del poker. Il primo è quello ottenuto in occasione del Main Event dellle World Series of Poker del 2000, quando ha sfiorato i primi nove, classificandosi decima. L’impresa ha un valore ancora maggiore se si considera che Annie in quell’occasione era all’ottavo mese di gravidanza! Il secondo evento importante nella sua carriera è la vittoria di un braccialetto alle World Series of Poker del 2004, nell’evento Omaha Hi/Lo Split, grazie alla quale si è portata a casa anche 137,860 $.

In totale, la cifra che Annie Duke ha vinto in tornei dal vivo arriva a circa 4 milioni di dollari fino ad oggi. Oltre ad essere un’ottima giocatrice professionista è anche una coach professionista, con allievi famosi come Ben Affleck e Matt Demon. È anche scrittrice e partecipa spesso a diverse trasmissioni televisive, che hanno contribuito a renderla estremamente popolare in tutto il paese.

Jennifer Harman, la campionessa

Potrebbero essere sufficienti le parole di Daniel Negreanu per descrivere il talento di Jennnifer Harman: “non la considero la donna più forte, ma uno dei giocatori migliori al mondo”. Jennifer Harman è forse la giocatrice di poker più famosa al mondo, vincitrice di ben due braccialetti alle World Series of Poker. Il primo dei due è stato vinto dell’evento di 2 to 7, nel 2000, nonostante la Harman avesse imparato da poco le regole di questa specialità. Il secondo, invece, è stato vinto nell’evento di Texas Hold’em limit, nel 2002.
Sia la vita che la carriera di Jennifer Harman sono stati fin’ora pesantemente condizionati da una rara malattia ai reni, che l’ha costretta a subire due trapianti. Nonostante questa situazione, Jennifer non si è mai abbattuta e ha combattuto come una vera lottatrice, con la stessa determinazione che ci mette al tavolo da gioco. Una nota interessante per il pubblico italiano è il fatto che Jennifer è sposata con l’italiano Marco Traniello, anch’egli giocatore di poker professionista, conosciuto proprio all’uscita del Casinò Bellagio di Las Vegas, dove la Harman gioca praticamente ogni giorno insieme ad altri grandissimi come Doyle Brunson e il suo amico Danile Negreanu.

Termina qui la prima parte di questo articolo. Nella prossima scoprirete le affascinanti storie di Kathy Liebert, Vanessa Rousso e Vanessa Selbst.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.