1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. La squadra Montreal Nationals vince la prima edizione GPL
  • La squadra Montreal Nationals vince la prima edizione GPL

    sabato 3 dicembre 2016 da Antonella Curione

La squadra Montreal Nationals ha conquistato il titolo di campione, nella prima edizione Global Poker League. La sfida finale è stata giocata a Las Vegas contro la squadra Berlin Bears, capeggiata da Philipp Gruissem, contro la squadra vincitrice Montreal Nationals, con il suo caposquadra Marc-Andre Ladouceur. La squadra Bears ha battuto la squadra Moskow Wolverines, all’interno della struttura The Cube, per raggiungere la sfida finale e avere la possibilità di diventare campione nella conference Eurasia. La squadra Montreal Nationals nel frattempo ha eliminato la squadra LA Sunset. La squadra Montreal Nationals ha affrontato la finale con Mike McDonald, Martin Jacobson, Pascal LeFrancois, Xuan Liu, Jason Lavallee e il caposquadra Marc-Andre Ladouceur. La squadra sfidante Berlin Bears nella finale è stata rappresentata da Jeff Gross, Brian Rast, Dominik Nitsche, Bill Perkins, Sorel Mizzi, e Daniel Cates.

I punteggi della classifica, prima della sfida, sono qui di seguito suddivisi per conference:

GPL Conference America

1. Montreal Nationals – 206 punti
2. LA Sunset – 194 punti
3. San Paolo Mets – 186 punti
4. San Francisco Rush – 164 punti
5. New York Rounders – 158 punti
6. Las Vegas Moneymakers – 140 punti

GPL Conferenza Eurasia

1. Mosca Wolverines – 178 punti
2. Berlin Bears – 168 punti
3. Hong Kong Stars – 166 punti
4. London Royals – 157 punti
5. Paris Aviators – 156 punti
6. Rome Emperors – 154 punti

La finale è stata trasmessa in esclusiva da MYTF1 XTRA, nella cornice futuristica della struttura The Cube a Las Vegas. L’ambientazione, priva di tavolo da gioco e di croupier con le pareti trasparenti del cubo, ha offerto un’esperienza coinvolgente per gli spettatori, con statistiche e gioco. Ladouceur è un giocatore di classe mondiale, ma ha deciso di lasciare il gioco in finale a uno specialista di heads-up come Jason Lavallee. Quest’ultimo non ha mai disputato partite nella struttura The Cube. L’ultima sfida è stata giocata tra Pascal Lefrancois e Brian Rast e, dopo uno scontro impegnativo, ha vinto Pascal Lefrancois e la squadra Montreal Nationals. Il primo premio di $ 100.000 è stato diviso tra tutti i componenti del team.

La prima edizione del campionato Global Poker League è stata anche la prima esperienza di evento poker organizzato come un evento sportivo, con una trasmissione costante in streaming tramite Twitch. L’inizio del campionato online ha avuto un eccellente seguito da parte degli appassionati, grazie alle partite con alcuni dei migliori giocatori del mondo. Personaggi famosi come Aaron Paul, protagonista della serie Breaking Bad, hanno partecipato alle sfide all’interno dell’innovativa struttura The Cube. L’interesse è diminuito verso la fine del campionato, con le partite live. È stato necessario anche un cambiamento di programma, con il trasferimento della sede della finale, da Wembley a Las Vegas.

In un’intervista Alex Dreyfus, fondatore GPL, ha parlato del campionato e della sua idea di combinare sport e gioco d’azzardo: «Il poker è un gioco datato in un settore giovane e ci sono molte versioni o modi di giocare a poker. Quello che la gente a volte dimentica, è che c’è una moltitudine di persone che gioca a poker online (sia per divertimento con Zynga, WSOP o con soldi reali con Pokerstars) rispetto al poker live. Negli ultimi dieci anni, abbiamo notato che molti dei migliori giocatori nel mondo hanno un background nei videogiochi competitivi. Il nostro obiettivo è quello di creare una piattaforma GPL, un modo per promuovere il poker digitale come eSport, attraverso un campionato competitivo. Esistono, oggi, più di 100 milioni di appassionati di poker in tutto il mondo (escludendo la Cina), ma è un target molto frammentato. Vorremmo raggiungere questi giocatori e farli seguire il gioco».

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.