1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. La donne nel poker – Seconda Parte
  • La donne nel poker – Seconda Parte

    Giovedi 13 dicembre 2012 da Beatrice

Ecco la seconda parte dell’articolo dedicato alle giocatrici professioniste nel mondo del poker. In questa parte scopriremo le carriere di altre tre giocatrici professioniste di poker, che grazie alle loro gesta hanno saputo introdurre una ventata d’aria fresca in un mondo tutto sommato chiuso come quello del poker.

Kathy Liebert, giocatrice per caso

Kathy Liebert non è una di quelle giocatrici che iniziano a giocare a poker fin da piccole e sanno che vorrebbero diventare professioniste. Lei inizia a giocare a poker perché non ha un piano preciso per la sua vita, dopo aver lasciato un lavoro noioso che non la soddisfava. Nonostante sia stata la casualità a far incontrare il poker a Kathy, si è rivelata la scelta giusta da fare . In carriera Kathy è riuscita a vincere premi per oltre 5 milioni di dollari, oltre ad un meritatissimo braccialetto alle World Series of Poker del 2003 nell’evento di Pot Limiti Hold’em Shootout.

Vanessa Rousso, detta anche Lady Maverick

Vanessa Rousso, insieme a Jennifer Harman, è la giocatrice professionista di poker più famosa in assoluto. Oltre all’indiscussa bravura nel gioco, che l’ha portata a vincere diversi tornei, Vanessa è anche molto conosciuta per il suo aspetto e per il suo stile nel vestire, cosa che l’ha portata ad essere soprannominata anche “the dresser” ovvero la modella.

Ma non bisogna lasciarsi distrarre troppo dalla bellezza della giocatrice americana ma di origine francese, perché potrebbe costare molto caro. Vanessa detiene anche un record, fino ad ora imbattuto: è stata la donna più giovane a raggiungere il tavolo finale di un evento delle World Series of Poker, quando vi arrivò nel 2005 all’età di 22 anni. Da allora la sua carriera è decollata, collezionando un successo dietro l’altro. In totale, Vanessa è riuscita ad ottenere ben 13 piazzamenti alle World Series of Poker, nel periodo che va dal 2005 al 2010. Di certo si sentirà parlare ancora molto di lei in futuro.

Vanessa Rousso gioca sia live che online riuscendo ad ottenere in entrambi i casi risultati eccellenti. Nel gioco online è riuscita ad arrivare seconda al Main Event del prestigioso World Championship of Online Poker, promosso da PokerStars. Tutt’oggi, Vanessa fa parte del team di professionisti sponsorizzati dalla famosa poker room online.

Vanessa Selbst e i suoi due braccialetti

Vanessa Selbst è, in ordine di tempo, una delle ultime campionesse professioniste di poker. I suoi trionfi, infatti, sono molto recenti, a cominciare dalle ultime World Series of Poker di quest’anno. Nell’edizione del 2012, infatti, Vanessa ha vinto il suo secondo braccialetto nell’evento 10 game mix six handed, che è stata un po’ la sua definitiva consacrazione nell’olimpo dei giocatori professionisti, considerando anche l’estrema difficoltà di questa specialità mista, che non tutti i giocatori professionisti sono in grado di giocare. Lei lo sa fare talmente bene da riuscire addirittura a vincere un braccialetto!

Il suo primo trionfo alle Wolrd Series of Poker risale ad appena quattro anni fa, quando nel 2008 ha trionfato nell’evento di Pot Limit Omaha, a soli 24 anni. Ma i risultati di Vanessa non si fermano solo alle World Series of Poker. Questa talentuosa giocatrice, infatti, può vantare anche la vittoria ad un prestigioso torneo che si tiene in Francia, il Partouche Poker Tour, che le è valso un montepremi astronomico, di ben 1,300,000 €.
In totale, Vanessa ha vinto qualcosa come 5,300,000 $. E siamo solo all’inizio di un’incredibile carriera… Chissà, forse un giorno Vanessa sarà la prima donna a vincere il Main Event delle World Series of Poker!

Questo sono solo alcune delle professioniste di poker. Il mondo del poker resta purtroppo un mondo maschilista, dove essere donna viene visto che una penalizzazione. Queste giocatrici, però, hanno dimostrato ampiamente che anche in un mondo chiuso e pieno di pregiudizi c’è posto per delle giocatrici piene di passione e tenacia, che hanno saputo sfruttare gli ostacoli posti soprattutto dai colleghi maschi per emergere e diventare delle professioniste forti e stimate. La strada è ormai aperta, chissà quando arriverà la prima campionessa italiana alle World Series of Poker. In Italia, infatti, non possiamo ancora vantare una vera campionessa di poker, anche se alcune giocatrici ce la stanno mettendo tutta per emergere. Sicuramente è solo questione di tempo!

Come ha detto Annie Duke, il poker è uno dei pochi sport nel quale uomini e donne possono davvero competere alla pari, quindi, anche se sarà necessario del tempo, siamo sicuri che il numero delle donne professioniste di poker è destinato a salire vertiginosamente nei prossimi anni.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.