1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Il Gran Finale dell’Italian Poker Tour
  • Il Gran Finale dell’Italian Poker Tour

    Lunedi 16 dicembre 2013 da Beatrice

La stagione numero cinque dell’Italian Poker Tour è ormai conclusa, dopo la tappa finale chiamata appunto Grand Final. Quest’anno il Grand Final dell’Italian Poker Tour si è tenuto al Casinò De La Vallée, a Saint Vincent, in Valle d’Aosta. Per l’occasione, il casinò ha anche inaugurato una nuova poker room, che da ora sarà operativa per tutti i giocatori di poker che si recheranno a Saint Vincent per dimostrare il proprio talento sui tavoli da gioco. Ma questa è un’altra storia, per ora concentriamoci su quello che è successo durante una delle tappe più importanti di tutto l’Italian Poker Tour, ovvero il Grand Final.

Partiamo dal day 1, o per meglio dire dai tre day 1 previsti. Per prima cosa, ricordiamo che dopo il successo che ha ottenuto in altre tappe del circuito, anche al Grand Final è stata adottata la formula accumulator. Questa formula, ormai sperimentata nei maggiori circuiti mondiali, prevede che i giocatori possano partecipare a tutti i day 1 previsti dall’evento e sommare le chip che riescono a vincere durante le giornate di gioco. Verrebbe da pensare che ha maggiori chance di arrivare in cima chi partecipa a tutti e tre i day 1, ma non è sempre così: anche una strepitosa giornata può bastare per arrivare tra i primi classificati.

Per l’IPT Grand Final il buy in previsti per ogni day 1 è stato di 700 €.
Il day 1 A è partito con 252 giocatori, che si sono ridotti a 98. A guidare la classifica di fine giornata c’era Filippo Bisciglia, con 211,500 chip, una somma davvero alta rispetto alla media. Secondo in classifica Alessio Isaia con 184,600 chip, mentre al terzo posto c’era Manlio Iemina con 175,600 chip.
Tutti i big del poker italiano erano presenti alla prima giornata dell’IPT Grand Final: c’erano Domenico Drammis, Max Pescatori, Carla Solinas, Gabriele Lepore, Dario Minieri, Dario Sammartino, Sergio Castelluccio. Ma non tutti si sono qualificati subito per il day 2: gente come Sammartino e Castelluccio sono stati eliminati, segno evidente che il livello di gioco era davvero molto alto.

Alla fine, dopo tre giornate di fuoco, i giocatori che hanno partecipato all’IPT Grand Final sono stati 914. Considerando la somma delle chip dei giocatori, la top ten della classifica all’inizio del day 2 era questa:

1- Claudio di Giacomo con 270,900 chip
2- Federico Piroddi con 269,00 chip
3- Mikolaj Zawadzki con 252,100 chip
4- Giuseppe Simonelli con 251,200 chip
5- Filippo Bisciglia con 236,500 chip
6- Roman Korenev con 233,300 chip
7- Davide Costa con 219,000 chip
8- Domenico Rao con 216,900 chip
9- Dmitry Perfilyev con 219,900 chip
10- Luigi Serricchio con 206,900 chip

In totale sono stati 250 i giocatori partiti al day 2, ma solo in 64 sono riusciti ad arrivare fino al day 3: una giornata davvero dura per tutti. La lotta era ancora molto lunga, considerando anche che solo i primi 55 player potevano andare a premio.

A guidare la classifica a fine giornata c’era Marino Ferrara con 1,189,000 chip, seguito da Enrico Castaldi con circa 300,000 chip in meno e da Gian Paolo Eramo con poco più di 800,000 chip. Al quarto posto un interessante Domenico Drammis, seguito a sua volta da Antonino Leotta.

Il day 3 ha visto lo scoppio della bolla. Questa volta la scomoda posizione di uomo bolla è toccata a Claudio di Giacomo. Dopo la bolla, segue la “strage” di big: Max Pescatori, Walter Treccarichi, Federico Piroddi, eliminati dal gioco. Poco prima del final table, viene eliminato anche Antonio Bernaudo, che invece era considerato uno dei favoriti.

Il tavolo finale è stato guidato da un esplosivo Domenico Drammis:

1- Domenico Drammis con 5,045,000 chip
2- Davide Costa con 3,130,000 chip
3- Riccardo Lacchinelli con 2,825,000 chip
4- Domenico Rao con 2,390,000 chip
5- Sebastien Claudie Didelot con 2,330,000 chip
6- Ivan Gabrieli con 2,270,000 chip
7- Gian Paolo Eramo con 1,795,000 chip
8- Eros Nastasi con 1,520,000 chip
9- Antonino Leotta con 1,335,000 chip

La leadership di Domenico Drammis era davvero indiscussa e anche durante il tavolo finale Drammis ha saputo mantenere il vantaggio ed eliminare senza pietà gli avversari così, alla fine, la vittoria è stata sua, insieme a 130,000 €. In più, grazie a questa vittoria, Drammis si è aggiudicato anche la leaderboard della quinta stagione dell’IPT, che gli vale la sponsorizzazione per tutta la prossima stagione! Insomma, per Drammis è stata davvero una grande giornata con un grandissimo risultato sportivo.

Ecco la classifica finale dell’evento:

1. Drammis Domenico con 130.000 €
2. Eramo Gianpaolo con 75.000 €
3. Rao Domenico con 50.000 €
4. Nastasi Eros con 40.000 €
5. Costa Davide con 30.000 €
6. Didelot Sebastien Claude con 20.000 €
7. Leotta Antonino con 14.000 €
8. Gabrieli Ivan con 11.245 €

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.