1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. I punti nel poker
  • I punti nel poker

    martedì 4 dicembre 2012 da Beatrice

Si può parlare per ore di strategie, di regole di gioco, di specialità. Si possono dedicare decine e decine di articoli a tutte le sfumature che girano intorno al poker, parlando di torne e poker cash, di gestione del bankroll e di bluff, ma tutto questo non ha alcune valore se non si hanno ben presenti le regole che determinano il valore delle mani, ovvero ciò che bisogna sapere per contare i punti nel poker.

Nel gioco del poker si gioca generalmente con un mazzo da 52 carte. In alcune specialità, si gioca con un mazzo ridotto mentre altre volte si aggiungono carte al gioco. Quello che conta è che il mazzo di base è sempre composto nello stesso modo. Per giocare a poker bisogna prima conoscere le carte, che possono essere divise in due gruppi. Quelle numerate e quelle che rappresentano una figura, che vengono chiamate anche carte vestite. Le carte numerate mostrano il rispettivo valore numerico: 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10. Le figure sono rappresentati da personaggi, il cui simbolo sono lettere maiuscole. La J rappresenta il Jack, in italiano Fante che ha valore 11. La Q rappresenta la regina (in inglese queen) ed ha valore 12. La K rappresenta il Re (in inglese King) ed ha valore 13. Infine vi è l’asso, che a seconda della specialità che si gioca può valere 14 o 1 ed è rappresentato da una lettera maiuscola A. Le carte sono di quattro semi, di due colori diversi: i cuori (♥) e i quadri(♦) sono rossi, mentre le picche (♠) e i fiori (♣ ) sono neri.
Per comporre il punto, normalmente sono necessarie cinque carte. In alcune specialità di poker, come nel Badugi ad esempio, se ne usano quattro.
A parità di combinazione, è il seme che decide il valore più alto. L’ordine dal più forte al più debole è cuori, quadri, fiori e picche. Per ricordarlo, conoscerete sicuramente la famosa frase “Come Quando Fuori Piove”, in cui le iniziali delle parole rappresentano i semi delle carte.

Dopo questa breve introduzione, eccovi i punti nel poker, che valgono per quasi tutte le specialità.

SCALA REALE
10 ♦ J ♦ Q ♦ K ♦ A ♦
Il punto più forte, perché più difficile da comporre, è la scala reale, che è composta da cinque carte di valore più elevato in ordine sequenziale e lo stesso colore (seme). La scala reale più forte è quella di cuori.

SCALA DI COLORE
5 ♥ 6 ♥ 7 ♥ 8 ♥ 9 ♥
La scala di colore è composta da cinque carte in sequenza dello stesso seme, ma non raggiungono la carta più alta, ovvero l’Asso.

POKER
8 ♦ 8 ♣ 8 ♠ 8 ♥ 2 ♣
La combinazione che porta lo stesso nome del gioco si compone di quattro carte dello stesso valore ma di semi diversi. In questo caso la quinta carta non ha un gran valore.

FULL
8 ♦ 8 ♥ 8 ♠ 2 ♣ 2 ♦
Il full è composto da un tris e una coppia. Con un full si sta abbastanza sul sicuro.

COLORE
5 ♠ 7 ♠ 9 ♠ J ♠ K ♠
Quando si dispone di cinque carte dello stesso colore (seme) si ha il colore. Le carte non devono essere consecutive.

SCALA
7 ♦ 8 ♣ 9 ♥ J ♦ 10 ♠
La scala è semplicemente un insieme di 5 carte che possono essere di semi diversi, ma devono essere in ordine consecutivo.

TRIO
A ♥ A ♣ A ♠ 3 ♣ 5 ♦
Il trio è composto da tre carte dello stesso valore, se ci sono diversi giocatori con il trio vince quello di valore più alto. I tre assi nell’esempio sono un buon punto.

DOPPIA COPPIA
K ♣ K ♠ 10 ♦ 10 ♠ 8 ♣
Se riusciamo ad ottenere due coppie di valori diversi allora abbiamo una doppia coppia, la coppia più alta è il determinante se qualcun altro ha una doppia coppia.

COPPIA
Q ♦ Q ♥ 8 ♥ 4 ♣ 3 ♠
La coppia è composta da due carte dello stesso valore. Non essendo un punto forte, è importante il valore della carta. Le due regine nell’esempio non sono male, ma nemmeno il massimo.

CARTA
A ♣ 9 ♥ 8 ♣ 6 ♠ 2 ♠
Come si vede nell’esempio, in alcuni case non c’è nulla, nemmeno una coppia. Tuttavia, c’è un Asso, una carta alta. Se nessuno a niente di meglio, vince la carta più alta.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.