1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Google Plus sarà la nuova gallina dalle uova d’oro per Zynga?
  • Google Plus sarà la nuova gallina dalle uova d’oro per Zynga?

    venerdì 9 settembre 2011 da Claudio

Il mondo del poker online è da sempre molto attento a quelle che possono essere le novità, e gli sviluppi, di Internet. Questo è abbastanza logico, dato che i nuovi progressi renderanno più facile fruire di uno dei tanti servizi, o giochi presenti nel web, tra cui possiamo includere anche il poker.

Ovviamente, quando un colosso del calibro di Google fa sapere di un suo possibile interesse verso il mondo del poker online le cose non possono che farsi decisamente interessanti.

Google è senza ombra di dubbio una delle società più influenti del mondo, grazie ai milioni di euro che muove ogni giorno con le sue campagne pubblicitarie, e gli altri servizi che è in grado di offrire. Nonostante il successo ottenuto negli anni è comunque alla costante ricerca di nuovi campi per poter ampliare le proprie potenzialità. Recentemente, per esempio, ha acquistato il reparto telefonico di un’altra azienda storica, Motorola, che al momento non sta ottenendo dei buoni risultati in quel settore. La scelta di Google ha fatto sorgere più di qualche dubbio, anche perché la cifra che ha dovuto sborsare, più di 11 miliardi di Dollari, non è di certo di poco conto.

Google nonostante le perplessità generali va avanti per la sua strada, e mette bene in chiaro che il suo prossimo obiettivo sarà quello di potenziare la sua piattaforma “Google Plus”.
E una delle nuove aggiunte sarà proprio il poker online.

Una scelta non troppo insolita quella del colosso americano, visto che altre importanti realtà hanno fatto conoscere il proprio interesse per il mondo del gioco d’azzardo. Quello che preoccupa, quando si parla di Google, è la scelta fatta per il partner su cui appoggiarsi. La scelta di Google è infatti caduta su Zynga, un nome che non rientra di certo tra quelli più affidabili.

Zynga è diventa celebre, tra i giocatori di poker online, per l’applicazione che ha sviluppato per la piattaforma Facebook. Un’applicazione innovativa, ma che con l’andare del tempo ha mostrato parecchi problemi, primi tra tutti quelli relativi alla sicurezza, e alla scorrettezza dei vertici della società.

Zynga è stata parecchio criticata, e a ragione, per i molti bug sulla sicurezza che affliggevano la sua applicazione per Facebook. Bug così grandi che per molti hacker era diventato davvero facile intrufolarsi negli account dei giocatori e rubare, virtualmente, migliaia di chips. Queste chips venivano poi rivendute ad altri giocatori su appositi siti, che hanno consentito a persone senza scrupolo dei proficui guadagni.

Zynga è stata presa di mira dai media anche per la sua pratica, davvero poco corretta, di vendere a terze parti dati inerenti agli utenti che utilizzavano la sua applicazione per Facebook. Incuranti di quelle che sono le più elementari leggi vigenti in fatto di privacy Zynga non si è fatta scrupoli di condividere dati ritenuti sensibili in cambio di una retribuzione da parte delle aziende interessate.

Il passato di Zynga, così pieno di ombre, fa quindi temere il peggio per il suo nuovo progetto con Google. Forse ci stiamo preoccupando inutilmente, e Google, in previsione del futuro, ha chiesto maggiori garanzie di quelle pretese da Facebook in passato.

Non ci resta che aspettare, e provare, si spera presto, il nuovo poker online di Zynga su Google Plus.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.