1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Gli Assi del Poker Club: un’emozione tutta italiana
  • Gli Assi del Poker Club: un’emozione tutta italiana

    domenica 3 febbraio 2013 da Beatrice

L’Italia del poker ha appena concluso un emozionante avventura in uno dei nostri casinò più prestigiosi, il Casinò de la Vallée, a Saint Vincent. Proprio in una cornice così, infatti ha ospitato dal 24 al 28 gennaio una manifestazione molto seguita, ovvero gli Assi del Poker Club, che per è ormai arrivato al suo ultimo appuntamento per questa stagione, dopo averne già giocati altri sue. Il Casinò di Saint Vincent si conferma così una location molto apprezzata dagli organizzatori di eventi dal vivo, ma anche da parte dei giocatori che sono accorsi numerosi all’evento.

Questa terza tappa, riparte dall’ultima di settembre con i suoi 300 giocatori rimasti in gara. Per gli eliminati già nelle precedenti tappe non c’è stata possibilità di re buy o di altre forme di re entry. È stato possibile seguire in diretta tutta la manifestazione, grazie al lavoro di PokerItalia24, che ha permesso così a tutti gli appassionati lontani di respirare un po’ dell’aria di Saint Vincent da casa propria.

La tappa di Saint Vincent degli Assi del Poker Club sarà anche teatro di una cerimonia molto importante ed attesa da tutto il mondo del poker italiano. Ci sarà infatti la consegna del premio per il miglior giocatore di poker italiano, che quest’anno spetterà a Rocco Palumbo, dopo la sua incredibile performance alle World Series of Poker di Las Vegas che gli è valsa il suo primo braccialetto in carriera. L’Italian Player of the Year 2012 sarà dunque colui che ha portato l’Italia del poker sul gradino più alto di tutte le manifestazioni pokeristiche mondiali. Facciamo dunque i complimenti a Rocco Palumbo per questo meritato riconoscimento e andiamo a vedere nel dettaglio cosa è successo al Casinò della Vallée.

Nel vivo dell’evento

Non c’era solo Rocco Palumbo tra i big italiani presenti a Saint Vincent. Primo fra tutti Gabriele Lepore, che è reduce da due importantissime vittorie consecutive in dicembre, una alla Notte del Poker Club e l’altra alla Snai Poker Cup. Poi altri nomi famosi come Max Pescatori, Salvatore Bonavena, Carlo Braccini, Maurizio Musso, Marco Della Tommasina, Alessandro Meoni, Paolo Giovanetti e tanti altri.

La manifestazione è stata aperta dai freeroll e da altri eventi minori. Dal 25, poi, si è entrati nel vivo della competizione con il via al Main Event. 30,000 chip a disposizione di ogni partecipante, per un buy in abbastanza elevato, che dimostra tutto il prestigio di questo evento. Servivano infatti 770 € per poter partecipare al Main Event. Durante il day 1 i bui erano di 40 minuti, che sono saliti a 60 durante gli altri giorni. Insomma, un evento per veri professionisti, dove non c’è molto spazio per errori o manovre azzardate.

In totale, comunque, si sono presentati a Saint Vincent ben 353 giocatori, ansiosi di dimostrare le proprie qualità ai tavoli del Casinò de la Vallée.

Le prime mani non sono state molto fortunate per l’Italian Player of the Year, ovvero Roco Palumbo, che ha dovuto abbandonare abbastanza presto la gara.
Il Day 1 si è concluso con Angelo Riccio come chip leader, seguito da una donna, Ludmilla Rudova, una bella sorpresa nel panorama maschile.

I giochi sono andati avanti senza esclusione di colpi (e di sorprese); al day 3 un altro big ha dovuto lasciare in anticipo i tavoli da gioco. Si tratta di Salvatore Bonavena, che ha dovuto arrendersi ad altri giocatori, più in forma di lui per questa competizione. Non è un periodo d’oro nemmeno per il mitico Max Pescatori, che dopo il divorzio da gd poker non ha ottenuto grandi successi agli eventi a cui ha partecipato come freelance.

Il final table è iniziato alle 16 del 28 gennaio e vedeva chip leader il giocatore rumeno Anton Marian, con più di 2 milioni di chip. Questo vantaggio evidente sugli altri giocatori gli permetterà alla fine di classificarsi terzo.

Il vincitore che si è portato a casa 60,000 € di montepremi è stato un altro, ovvero il pro trentino Paolo Virciglio, che ha dimostrato tutta la sua superiorità e ha ottenuto così una vittoria stra meritata. La fortuna non è stata proprio dalla sua parte, ma Paolo ha saputo sfruttare un unico momento in cui la dea bendata è stata dalla sua parte per portarsi in avanti, in un vantaggio che gli è poi valso il primo premio.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.