1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Giada Fang e la sua teoria sul Sunday Million di PokerStars
  • Giada Fang e la sua teoria sul Sunday Million di PokerStars

    Giovedi 29 marzo 2012 da Claudio

Tra pochi giorni, esattamente il 1° aprile 2012, avrà inizio uno degli eventi più attesi dell’anno, il primo Sunday Million di POkerStars.it . Grazie al suo cospicuo montepremi, che si avvicina al milione di euro, e al primo premio da duecentomila euro, i giocatori intenzionati a disputare questo montepremi ogni giorno diventano sempre di più.

Oltre ai tanti giocatori non professionisti che affollano il tavolo della poker room della picca rossa, anche il Team Online di Pokerstars è intenzionato a dar battaglia. Una delle nostre giocatrici preferite, Giada “CatSniper84” Fang, ha le idee ben chiare su come impostare il suo gioco durante il tanto atteso Sunday Million.

Giada, che ricordiamo è una giocatrice sponsorizzata proprio da PokerStars, ritiene che questo sia un ottimo momento per giocare al Sunday Million, poiché ogni settimana i premi garantiti sono sempre più alti. Se tutto questo non bastasse, il basso buy-in per l’iscrizione, che è stato fissato a soli 250 euro, vi permette di vincere fino a duecentomilà euro. Negli altri tornei, come per esempio gli IPT, per avere la possibilità di vincere somme di quel calibro, si devono sborsare dei buy-in di circa 2000/2500 euro. Il basso buy-in, vi offre anche moltissime possibilità di andare in guadagno, poiché raggiungendo anche le ultime posizioni a premio avete la possibilità di coprire il buy-in sborsato per giocare nel torneo. Se tutto questo non bastasse, grazie agli innumerevoli satelliti in circolazione, la qualificazione potrebbe anche arrivare a essere anche gratis.

Le opportunità sono enormi, come dice Giada sul blog di PokerStars. La presenza sia di giocatori professionisti, attratti dai ricchi premi, sia di giocatori occasionali incrementerà notevolmente le vostre possibilità di vincita.

Per riuscire a avere maggiori probabilità di finire in una posizione a premio, Giada consiglia di giocare i primi 2 livelli tight, per avere tutto il tempo di studiare i vari avversari e comunque incrementare il proprio stack. Sorpassati questi due livelli di studio, dal terzo livello sarà necessario modificare il proprio stile di gioco, imponendo il proprio gioco e cercando di sopraffare i giocatori più deboli o quelli che rimangono troppo sulla difensiva. Da qui in poi il gioco si farà molto duro, perché la struttura verticale del torneo impone un gioco decisamente più aggressivo e che piacerà sicuramente ai giocatori in cerca di forti emozioni.

I giocatori che fanno parte del Team di PokerStars, proprio come la bella e brava Giada, sono pronti a dimostrare il loro valore in questo torneo. Sicuramente non vogliono sfigurare in un torneo promosso dal proprio sponsor, ma non vogliono neanche lasciarsi sfuggire la possibilità di vincere un ricco premio.

Come dice Giada alla fine della sua intervista, uscire già dalle prime mani, senza avere la possibilità di raggiungere una posizione a premio è una delle tante possibilità di questo gioco, That’s poker too!

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.