1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. European Poker Tour di Vienna: la vittoria va a Oleksii Khoroshenin
  • European Poker Tour di Vienna: la vittoria va a Oleksii Khoroshenin

    Giovedi 3 aprile 2014 da Beatrice

Si è concluso il Main Event dell’European Poker Tour di Vienna e il nuovo campione è Oleksii Khoroshenin che ha battuto Antonhy Ghamrawi al testa a testa.

Ma andiamo per ordine, per scoprire come è andato l’evento più importante del circuito europeo targato Poker Stars. Intanto bisogna ricordare che era un po’ di tempo che la capitale austriaca non veniva scelta come location di un evento EPT. Sono passati tre anni dall’ultima volta e c’era chi non ha certo negato la propria delusione nell’apprendere che per il tour 2014 Vienna è stata preferita a Berlino, temendo in particolare una netta diminuzione delle partecipazioni. Situazione che, come vedremo, non si è affatto verificata, grazie ad un alta affluenza di giocatori. Insomma, la scelta di Vienna è risultata una scelta vincente.

L’organizzazione dell’EPT ha scelto di mantenere il gioco sul classico, nonostante le varie formula accumulator, rebuy e re entry che spopolano negli ultimi mesi nei maggiori tornei del mondo. Quindi ci sono stati due day 1 semplici, che hanno garantito l’accesso al day 2 dei qualificati.

Partiamo dal day 1 A, che ha visto la partecipazione di 341 player, di cui 185 si sono qualificati per il day 2. Cheap leader della giornata è stato il giocatore ucraino Oleksii Khoroshenin che è riuscito a guadagnare un bottino sufficiente a distaccare di parecchio gli altri. Tra gli italiani qualificati troviamo Dario Sammartino, Umberto Vitagliano, Raffaele Sorrentino, Mario Adinolfi e Rocco Palumbo. Ecco la top five:

1- Oleksii Khoroshenin con 171.900 chip
2- Dzmitry Urbanovich con 163.400 chip
3- Konstantinos Stratopoulos con 158.100 chip
4- Sergii Baranov con 155.000 chip
5- Jesper Hoog con 149.200 chip

Il day 1 B ha visto gli iscritti all’EPT di Vienna crescere fino a 900, confermando che la tappa di Vienna può considerarsi un successo. In 318 si sono qualificati per il day 2 e tra questi c’erano anche diversi italiani, come Alessio Isaia, Sergio Castelluccio, Giacomo Fundarò e Luca Moschitta.

Ecco la top five di fine giornata:

1. Mads Smith Hansen con 200.000 chip
2. Igin Viacheslav con 182.700 chip
3. Artur Koren con 154.900 chip
4. Joni Jouhkimainen con 154.400 chip
5. Sebastian Trisch con 146.200 chip

Il day 2 è poi terminato con 189 giocatori ancora in gara, ma la bolla non era ancora scoppiata: non tutti avevano quindi la certezza di arrivare a premio. Tra questi, erano 5 i giocatori italiani, guidati da Michael Tabarelli e Umberto Vitagliano.

Ecco la top five alla fine del day 2:

1. Sebastian Trisch con 568.000 chip
2. Artur Koren con 463.000 chip
3. Ali Abdalla con 451.800 chip
4. Marko Neumann con 421.900 chip
5. Ivan Neytchev con 377.100 chip

Il day 3 è stato il giorno decisivo, sia per le sorti dei nostri giocatori che per l’assegnazione dei primi premi. Uomo bolla del torneo uno che non ti aspetti, Ronny Kaiser, che in carriera ha vinto anche una tappa EPT nel 2011. Umberto Vitagliano e Michael Tabarelli sono gli unici che sono riusciti a continuare la gara. Ecco la top five a fine giornata:

1. Pablo Gordillo con 2.111.000 chip
2. Anatoly Filatov con 1.500.000 chip
3. Timo Pfutzenreuter con 1.065.000 chip
4. Simeon Naydenov con 1.040.000 chip
5. Miltiadis Kyriakides con 1.034.000 chip

Solo in 17 sono arrivati alla fine del day 4, e tra questi c’era anche il nostro Umberto Vitagliano, che ha ottenuto addirittura un 8° posto totale con 1,653,000 chip. Cheap leader un giocatore arrivato dai satelliti online, Timo Pfuzenreuter, seguito da Pablo Gordillo e da Anthony Ghamrawi.

Al day 5 si è finalmente formato il final table, che purtroppo non ha compreso Umberto Vitagliano, eliminato in 12° posizione tra la delusione generale. Vitagliano comunque ha fatto un’ottima gara e si è portato a casa poco più di 50 mila euro, quindi i rimpianti ci sono ma sono tutto sommato contenuti.

Ecco il final table:

1. Anthony Ghamrawi con 5.150.000 chip
2. Frei Dilling con 4.230.000 chip
3. Pablo Gordillo con 4.075.000 chip
4. Timo Pfutzenreuter con 3.740.000 chip
5. Simeon Naydenov con 3.550.000 chip
6. Rumen Nanev con 2.765.000 chip
7. Oleksii Khoroshenin con 2.150.000 chip
8. Marko Neumann con 1.585.000 chip

Come si nota il tavolo finale non era particolarmente ricco di campioni ma è stato comunque emozionante. La gara si è conclusa con la vittoria dell’ucraino Khoroshenin che diventa il primo del proprio paese a vincere questo trofeo. Ecco la classifica finale del Main Event dell’EPT di Vienna 2014:

1 Oleksii Khoroshenin con 578.392 €
2 Antonhy Ghamrawi con 446.481 €
3 Marko Neumann con 638.127 €
4 Pablo Gordillo con 262.150 €
5 Timo Pfutzenreuter con 203.900 €
6 Simeon Naydenov con 151.000 €
7 Frei Dilling con 108.100 €
8 Rumen Nanev con 77.000 €

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.