1. Home>
  2. Notizie sul Poker>
  3. Chi sono i possibili investitori di Full Tilt Poker?
  • Chi sono i possibili investitori di Full Tilt Poker?

    sabato 20 agosto 2011 da Claudio

Ormai è chiaro, a qualsiasi persona interessata al mondo del poker online, che Full Tilt Poker difficilmente potrà riuscire a tornare ad essere operativa senza un aiuto esterno. Questo è stato ancora più chiaro dopo che la Agcc (Alderney Gambling Control Commission) ha fatto sapere che la poker room non potrà riavere una licenza finché non avrà pagato tutti i suoi debiti. Appurato che Full Tilt non potrà tornare ad avere dei giocatori finché non otterrà una nuova licenza, e che per fare questo dovrà sborsare del denaro, che al momento non sembra avere, è logico pensare che per avere un cambiamento di rotta dovrà farsi aiutare da qualche investitore esterno.

Fino a questo momento le voci riguardanti i fantomatici finanziatori erano molto vaghe. In un primo momento sembravano essere interessati ad acquistare tutta l’azienda, poi solo ad alcuni rami. Non dev’essere di certo semplice per gli avvocati di Full Tilt Poker cercare di pianificare una strategia che gli permetta di ottenere dei risultati positivi visto il caos che sembra regnare in questi ultimi mesi. Forse però il mese di Agosto potrebbe segnare un cambio di direzione poiché si è incominciato a conoscere alcuni dei nomi dei possibili investitori interessati a non far affondare Full Tilt Poker.

I nomi delle aziende interessata alla ormai ex-poker room sono quelli di 888Poker, Playtech, Bwin.Party. La situazione è abbastanza interessante se si pensa che ci sono 2 aziende sviluppatrici di software per il mondo del gioco d’azzardo ( Playtech e Bwin.Party), e una delle poker room più grandi esistenti sul mercato (888Poker). Voci di corridoio davano quasi per certo anche un interesse da parte di PokerStars, ma al momento sembrano solo delle indiscrezioni senza alcun fondamento. Non si può negare che PokerStars non abbia accarezzato il pensiero di poter acquistare una parte della poker room con cui fino a poco tempo fa doveva costantemente confrontarsi, ma il Black Friday, anche se in misura minore, non è di certo stato indolore neanche per la poker room della picca rossa.

Se le 2 aziende produttrici di software potrebbero essere più interessate ad acquistare Pocket Kings, la società che detiene Full Tilt Poker, ma che si occupa anche dello sviluppo del software che ha permesso fino a poco tempo fa a milioni di giocatori di sfidarsi ad ogni ora del giorno ai tavoli da gioco, le motivazioni di 888Poker sono ben diverse. Anche se potrebbe sembrare strano alla maggior parte delle persone 888Poker è solamente interessata ai giocatori che una volta si sfidavano ai tavoli di Full Tilt Poker.
Ogni giocatore che incomincia ad appassionarsi al poker online dopo aver provato diverse poker room, decide quasi sempre di giocare in una, od al massimo in un paio di queste. 888Poker con questa tattica vorrebbe cercare di conquistare i giocatori che Full Tilt Poker era riuscita ad accaparrarsi nel corso degli anni grazie all’ottimo lavoro svolto. Questo potrebbe permettergli di aumentare notevolmente i propri profitti, e quindi recuperare in un tempo relativamente breve, il denaro sborsato per coprire i debiti di Full Tilt Poker.

Questo nuovo scenario potrà aprire diverse possibilità per Full Tilt Poker, che potrà forse tornare, speriamo a breve tempo, di nuovo online.

both

both

both

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sull'online poker, provate a cercare su Yahoo, sull' Open Directory Project, o Bing.